2-10 Agosto 1992

Domenica 2 Agosto 1992

Culto Chiesa Cristiana Evangelica di Forlì con messagio di Jimmy Haglund su Giosuè con riferimenti ad un passo della lettera di Giacomo che in questo mio  momento di difficoltà molto grosse è per me grandemente significativo:

Giacomo 1:2-13

 

Prove e tentazioni
(Ro 5:3-5; Gm 5:7-11)(Mt 7:7-11; Mr 11:24; Eb 11:6)
2 Fratelli miei, considerate una grande gioia quando venite a trovarvi in prove svariate, 3 sapendo che la prova della vostra fede produce costanza. 4 E la costanza compia pienamente l’opera sua in voi, perché siate perfetti e completi, di nulla mancanti.
5 Se poi qualcuno di voi manca di saggezza, la chieda a Dio che dona a tutti generosamente senza rinfacciare, e gli sarà data. 6 Ma la chieda con fede, senza dubitare; perché chi dubita rassomiglia a un’onda del mare, agitata dal vento e spinta qua e là. 7 Un tale uomo non pensi di ricevere qualcosa dal Signore, 8 perché è di animo doppio, instabile in tutte le sue vie.

Gr 9:23-24; Ez 7:19; Ap 2:10
9 Il fratello di umile condizione sia fiero della sua elevazione; 10 e il ricco, della sua umiliazione, perché passerà come il fiore dell’erba. 11 Infatti il sole sorge con il suo calore ardente e fa seccare l’erba, e il suo fiore cade e la sua bella apparenza svanisce; anche il ricco appassirà così nelle sue imprese.
12 Beato l’uomo che sopporta la prova; perché, dopo averla superata, riceverà la corona della vita, che il Signore ha promessa a quelli che lo amano.

Ge 3:6, ecc.; 4:7
13 Nessuno, quand’è tentato, dica: «Sono tentato da Dio»; perché Dio non può essere tentato dal male, ed egli stesso non tenta nessuno;

Scusami Signore perchè essendo ancora giovane nella Fede tutte queste tremende prove (rese più difficili dalle incomprensioni di chi mi è più vicino anche nella fede,Tina) mi rendono più vulnerabile al male;quindi aiutami perchè tu nella mia vita sia sempre il Primo e possa combattere sempre con successo le battaglie terrene nel tuo Nome

tuo Roberto

Lunedì 3 Agosto 1992

Mio Salvatore con questo salmo oggi ti levo una preghiera:

Salmo 54

Preghiera di liberazione
1S 23:14-28; 26:1
1 Al direttore del coro.
Per strumenti a corda.
Cantico di Davide, quando gli Zifei vennero a dire a Saul: «Davide non è forse nascosto tra noi

O Dio, salvami per amor del tuo nome,
e fammi giustizia per la tua potenza.
2 O Dio, ascolta la mia preghiera,
porgi orecchio alle parole della mia bocca!
3 Poiché degli stranieri sono insorti contro di me
e dei violenti cercano l’anima mia.
Essi non tengono Dio presente davanti a loro. [Pausa]
4 Ecco, Dio è il mio aiuto;
il Signore è colui che sostiene l’anima mia.
5 Egli farà ricadere il male sui miei nemici.
Nella tua fedeltà, distruggili!
6 Con cuore generoso ti offrirò sacrifici;
celebrerò il tuo nome, o SIGNORE,
perché sei buono;
7 infatti mi hai salvato da ogni disgrazia,
e l’occhio mio ha visto sui miei nemici quel che desideravo.

Signore ascolta queste parole perchè io non debba chiedere soccorso sempre per me stesso,ma che io tramite il tuo aiuto sia invece di utilità per gli altri,sia per le cose pratiche della vita terrena sia come testimone della tua grandezza,perchè più persone si allontanino dalla Via Larga della perdizione per entrare nella Via Stretta della Salvezza in te Cristo nostro Signore e Salvatore

tuo Roberto

Martedì 4 Agosto 1992

Dio mio fammi capire perchè devo essere così poco considerato dagli altri,quando io cerco di fare il possibile,ma proprio chi amo di più mi affonda (come tu sai),credo di non essere perfetto ma neanche una nullità ,perchè i miei difetti non sono frutto di malvagità o cattiveria ma normale per un essere umano,perchè come Tu gli farai capire anche lei (Tina) ha i suoi difetti che fanno molto male a chi gli sta più vicino


Proverbi 16:23-33

23 Il cuore del saggio gli rende assennata la bocca,
e aumenta il sapere sulle sue labbra.
24 Le parole gentili sono un favo di miele;
dolcezza all’anima, salute alle ossa.
25 C’è una via che all’uomo sembra diritta,
ma finisce con il condurre alla morte.
26 La fame del lavoratore lavora per lui,
perché la sua bocca lo stimola.
27 L’uomo cattivo va scavando il male ad altri;
sulle sue labbra c’è come un fuoco consumante.
28 L’uomo perverso semina contese,
il maldicente disunisce gli amici migliori.
29 L’uomo violento trascina il compagno
e lo conduce per una via non buona.
30 Chi chiude gli occhi per tramare cose perverse,
chi si morde le labbra, ha già compiuto il male.
31 I capelli bianchi sono una corona d’onore;
la si trova sulla via della giustizia.
32 Chi è lento all’ira vale più del prode guerriero;
chi ha autocontrollo vale più di chi espugna città.
33 Si getta la sorte nel grembo,
ma ogni decisione viene dal SIGNORE.

tuo Roberto

Domenica 9 Agosto 1992

Oggi andato al culto della Chiesa Cristiana Evangelica di Forlì con messaggi dalla Parola di Steve Thompson e Ivan Trianni

Filippesi 2:1-18

Cristo, esempio di umiltà
Ro 12:10, 16; 15:1-7 (Mt 20:26-28; 2Co 8:9; Ef 5:2)(Cl 1:15-20; Eb 1:1-4)
1 Se dunque v’è qualche incoraggiamento in Cristo, se vi è qualche conforto d’amore, se vi è qualche comunione di Spirito, se vi è qualche tenerezza di affetto e qualche compassione, 2 rendete perfetta la mia gioia, avendo un medesimo pensare, un medesimo amore, essendo di un animo solo e di un unico sentimento. 3 Non fate nulla per spirito di parte o per vanagloria, ma ciascuno, con umiltà, stimi gli altri superiori a sé stesso, 4 cercando ciascuno non il proprio interesse, ma anche quello degli altri. 5 Abbiate in voi lo stesso sentimento che è stato anche in Cristo Gesù, 6 il quale, pur essendo in forma di Dio, non considerò l’essere uguale a Dio qualcosa a cui aggrapparsi gelosamente, 7 ma spogliò sé stesso, prendendo forma di servo, divenendo simile agli uomini; 8 trovato esteriormente come un uomo, umiliò sé stesso, facendosi ubbidiente fino alla morte, e alla morte di croce. 9 Perciò Dio lo ha sovranamente innalzato e gli ha dato il nome che è al di sopra di ogni nome, 10 affinché nel nome di Gesù si pieghi ogni ginocchio nei cieli, sulla terra, e sotto terra, 11 e ogni lingua confessi che Gesù Cristo è il Signore, alla gloria di Dio Padre.

Esortazione alla santificazione
2P 1:5-11 (1P 2:9; Mt 5:14-16, 48)
12 Così, miei cari, voi che foste sempre ubbidienti, non solo come quand’ero presente, ma molto più adesso che sono assente, adoperatevi al compimento della vostra salvezza con timore e tremore; 13 infatti è Dio che produce in voi il volere e l’agire, secondo il suo disegno benevolo. 14 Fate ogni cosa senza mormorii e senza dispute, 15 perché siate irreprensibili e integri, figli di Dio senza biasimo in mezzo a una generazione storta e perversa, nella quale risplendete come astri nel mondo, 16 tenendo alta la parola di vita, in modo che nel giorno di Cristo io possa vantarmi di non aver corso invano, né invano faticato. 17 Ma se anche vengo offerto in libazione sul sacrificio e sul servizio della vostra fede, ne gioisco e me ne rallegro con tutti voi; 18 e nello stesso modo gioitene anche voi e rallegratevene con me.

Ebrei 13:5-6

5 La vostra condotta non sia dominata dall’amore del denaro; siate contenti delle cose che avete; perché Dio stesso ha detto: «Io non ti lascerò e non ti abbandonerò». 6 Così noi possiamo dire con piena fiducia:
«Il Signore è il mio aiuto; non temerò.
Che cosa potrà farmi l’uomo

Signore stasera voglio pregare per i miei famigliari, tutti da quelli di sangue da quelli acquisiti con il matrimonio,perchè tu sia con loro e che io tramite tu con la mia testimonianza di Fede faccia in modo che vengono a conoscenza della tua Parola, e possano essere salvati i più possibili.Signore mio aiuta tanto anche la Tina con tuttti i problemi che ha sia con le figlie,che i mille problemi che ha con la vita terrena.Certo dell’ascolto di questa mia preghiera perchè fatta in buona fede

tuo Roberto

Lunedì 10 Agosto 1992

Signore fammi imparare il prossimo passo biblico perchè le mie preghiere ti siano gradite e giuste affinchè se è tua volontà vengano esaudite

Matteo 6:5-15

 

Istruzioni di Gesù sulla preghiera
=Lu 11:1-4; Mt 18:21-35
5 «Quando pregate, non siate come gli ipocriti; poiché essi amano pregare stando in piedi nelle sinagoghe e agli angoli delle piazze per essere visti dagli uomini. Io vi dico in verità che questo è il premio che ne hanno. 6 Ma tu, quando preghi, entra nella tua cameretta e, chiusa la porta, rivolgi la preghiera al Padre tuo che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, te ne darà la ricompensa.
7 Nel pregare non usate troppe parole come fanno i pagani, i quali pensano di essere esauditi per il gran numero delle loro parole. 8 Non fate dunque come loro, poiché il Padre vostro sa le cose di cui avete bisogno, prima che gliele chiediate. 9 Voi dunque pregate così:
“Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il tuo nome; 10 venga il tuo regno; sia fatta la tua volontà anche in terra come è fatta in cielo. 11 Dacci oggi il nostro pane quotidiano; 12 rimettici i nostri debiti come anche noi li abbiamo rimessi ai nostri debitori; 13 e non ci esporre alla tentazione, ma liberaci dal maligno. [Perché a te appartengono il regno, la potenza e la gloria in eterno, amen.]”
14 Perché se voi perdonate agli uomini le loro colpe, il Padre vostro celeste perdonerà anche a voi; 15 ma se voi non perdonate agli uomini, neppure il Padre vostro perdonerà le vostre colpe.

NOSTAR BABB(PADRE NOSTRO IN VERNACOLO ROMAGNOLO)-babb ed tott che tsì in zil,che seia santifichè e tu nom,che vegna e tu regn ,cla sia fat a la tu vuluntè tant in zil acsè in tera,das a nostar pan d totti i dè,scanzela i nostar debit cume nò a fas cun i nostar debitur;no fes caschè in tentazion;e tes luntan da tott i mel-AMEN

tuo Roberto 

I passi della Scrittura di questo Blog sono tratti da www.laparola.net  mentre il Padre Nostro in Romagnolo è tratto dal sito della Chiesa Cristiana Evangelica di Castrocaro Terme http://it.geocities.com/barnyroby/chiesacastrocaro.html

2-10 Agosto 1992ultima modifica: 2007-12-13T17:00:00+01:00da barnabamadavide
Reposta per primo quest’articolo