Blog ritornato alle Origini

Blog ritornato alle Origini

Questo Blog ritorna alle origini di io  e DIO    

Blog pubblicazione Diario scritto a mano del rapporto personale con Cristo Gesù dal 1992 al 2002 e Testimonianza Vita Nuova dal 1990 a ora di Barnabè Roberto evangelico faentino

perchè ho preferito  evitare che diventasse un vero doppione  il Blog gemello

( ho cambiato le impostazioni del mio blog
http://ioedio.beeplog.it
che è diventato :
“io e DIO” Riflessioni Bibliche Sermoni di Barnabè Roberto
Evangelico Faentino
pubblicato primo post
Cambiato Tema Blog
http://ioedio.beeplog.it/139357_444428.htm )

Cosicchè ora in questo Blog si alteranno pubblicazioni pagine salvate con lo scanner e quelle trascritte del 1993 e del 2000 (pubblicate fino ad ora nel blog gemello e che salverò ora qui di seguito:

io  e DIO    

Sabato 1 Gennaio 2000

Giovanni 3:16-17

16 Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna. 17 Infatti Dio non ha mandato suo Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui.

Il mio augurio te lo affido a te Dio mio nel nome di tuo figlio Cristo Gesù,affinchè questo sia finalmente l’anno di una mia chiara e concreta consacrazione a te per la salvezza degli increduli  e dei miei cari.Fammi diventare in questo 2000 un tuo strumento  potente,sapiente,giusto,affidabile e fedele.Gloria,lode e migliaia di grazie  a te,mio e nostro meraviglioso e misericordioso  Salvatote

Tuo Roberto

Mercoledì 5 gennaio 2000

Geremia 29:11

Infatti io so i pensieri che medito per voi», dice il SIGNORE: «pensieri di pace e non di male, per darvi un avvenire e una speranza.


Signore Iddio nel nome di tuo figlio Gesù Cristo ti presento le mie preghiere,le mie lodi,adorazioni e richieste di intercessione che si assomano a quelle fatte stasera nella sala della tua chiesa locale dai tuoi figli e figlie.Steve,Cindy,Elisabeth,Stefania,Stan,Angelica (e figlie)Mauro(più sorelle Jenny),Ivan,Luca,Ester,Andrea,Laura (figlia Romeo) oltre al sottoscritto.Grazie di tutto

-tuo Roberto-

Domenica 9 Gennaio 2000

Culto chiesa cristiana evangelica di Forlì condotto da Luca-messaggio della parola di Stan Goertzen su “Dio vuole modellarci a sua immagine,dobbiamo imitare suo figlio gesù Cristo”

Romani 8:29

Perché quelli che ha preconosciuti, li ha pure predestinati a essere conformi all’immagine del Figlio suo, affinché egli sia il primogenito tra molti fratelli;

1Pietro 2:21

Infatti a questo siete stati chiamati, poiché anche Cristo ha sofferto per voi, lasciandovi un esempio, perché seguiate le sue orme.


 

Lunedì 10 gennaio 2000


2Pietro 3:4

e diranno: «Dov’è la promessa della sua venuta? Perché dal giorno in cui i padri si sono addormentati, tutte le cose continuano come dal principio della creazione».

2Pietro 3:9

Il Signore non ritarda l’adempimento della sua promessa, come pretendono alcuni; ma è paziente verso di voi, non volendo che qualcuno perisca, ma che tutti giungano al ravvedimento.

 


Faccio mia la Preghiera di Joni per il nuovo anno “Guidami o tu grande Jeovah vai dinanzi a noi,dacci forza per seguirti e testimoniare della tua Parola mentre stiamo per iniziare i prossimi mille anni e ti preghiamo,Signore usaci per raggiungere molte più persone disabili che non ti conoscono,in Bulgaria,Bosnia e altrove,il futuro è luminoso sapendo che tu sei al comando AMEN”

Mercoledì 12 Gennaio 2000

Salmo 107:28-30

28 Ma nell’angoscia gridano al SIGNORE
ed egli li libera dalle loro tribolazioni.
29 Egli riduce la tempesta al silenzio
e le onde del mare si calmano.
30 Si rallegrano alla vista delle acque calme,
ed egli li conduce al porto tanto sospirato.

Marco 4:41

Ed essi furono presi da gran timore e si dicevano gli uni gli altri: «Chi è dunque costui, al quale persino il vento e il mare ubbidiscono?»

 


Mio Iddio,Signore ti chiedo nel nome di tuo figlio Cristo Gesù di darmi la capacità di discernere ciò che è giusto davanti a te e anche la sapienza affinchè faccia le scelte ideali oltre che che per la vita spirituale anche per quella materiale affinchè la mia testimonianza sia sempre più efficace e fruttifera.Grazie perchè nella tua perfetta fedeltà,onnipotenza,onniscienza e misericordia la tua risposta sarà superiore certamente alle mie richieste,lode a te perchè non merito tutto ciò nella mia fallibilità dinanzi a te

tuo Roberto

FINE Primo 2000 1-12 gennaio

IO E DIO

Domenica 16 Gennaio 2000

Culto Chiesa Cristiana Evangelica di Forlì condotto da Ivan Trianni con messaggio della Parola di Stan Goertzen su

” Dio vuole che siamo ministri della sua grazia”

1Pietro 2:4-5

4 Accostandovi a lui, pietra vivente, rifiutata dagli uomini, ma davanti a Dio scelta e preziosa, 5 anche voi, come pietre viventi, siete edificati per formare una casa spirituale, un sacerdozio santo, per offrire sacrifici spirituali, graditi a Dio per mezzo di Gesù Cristo.

1Pietro 2:8-10

8 pietra d’inciampo e sasso di ostacolo».
Essi, essendo disubbidienti, inciampano nella parola; e a questo sono stati anche destinati. 9 Ma voi siete una stirpe eletta, un sacerdozio regale, una gente santa, un popolo che Dio si è acquistato, perché proclamiate le virtù di colui che vi ha chiamati dalle tenebre alla sua luce meravigliosa; 10 voi, che prima non eravate un popolo, ma ora siete il popolo di Dio; voi, che non avevate ottenuto misericordia, ma ora avete ottenuto misericordia.

1Pietro 4:10

Come buoni amministratori della svariata grazia di Dio, ciascuno, secondo il carisma che ha ricevuto, lo metta a servizio degli altri.

Matteo 28:18-20

18 E Gesù, avvicinatosi, parlò loro, dicendo: «Ogni potere mi è stato dato in cielo e sulla terra. 19 Andate dunque e fate miei discepoli tutti i popoli battezzandoli nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, 20 insegnando loro a osservare tutte quante le cose che vi ho comandate. Ed ecco, io sono con voi tutti i giorni, sino alla fine dell’età presente».

1Corinzi 12:12

 

La chiesa viene paragonata al corpo umano
(Ro 12:3-8; Ef 4:4-16; 1P 4:10-11)(Ga 6:2; Fl 2:1-4)
Poiché, come il corpo è uno e ha molte membra, e tutte le membra del corpo, benché siano molte, formano un solo corpo, così è anche di Cristo.

Efesini 4:16

Da lui tutto il corpo ben collegato e ben connesso mediante l’aiuto fornito da tutte le giunture, trae il proprio sviluppo nella misura del vigore di ogni singola parte, per edificare sé stesso nell’amore.


Venerdì 21 gennaio 2000

Grazie Signore della tua protezione per questo periodo di lavoro sulla strada per Alessandria ed ora che mi aspettano 2 settimane di ferie te le affido (la prima ad Isola del gran Sasso) oltre ad affidarti tutte le mie priorità spirituali e di fede e le mie notevoli difficoltà materiali (finanziarie,affettive etc…).Lode e Gloria a te per tutto che mi offri ,che è molto di più di ciò che avrei meritato mio Misericordioso Salvatore.

Tuo Roberto-

Domenica 23 Gennaio 2000

Culto Chiesa Cristiana Evangelica di Forlì condotto da Ivan Trianni con messaggio di Fred Friedman (missionario Team in Francia) tradotto da Steve Thompson sulla sua Testimonianza di Fede

Sulla Responsabilità del credente di testimoniare la via di Salvezza ad imitazione dei lebbrosi di

2Re 7

Liberazione di Samaria
(Sl 53:5; 68:12; 2Cr 20:14-25) Eb 3:17-19; Gv 11:40
1 Allora Eliseo disse: «Ascoltate la parola del SIGNORE! Così dice il SIGNORE: Domani, a quest’ora, alla porta di Samaria, la misura di fior di farina si avrà per un siclo, e le due misure d’orzo si avranno per un siclo». 2 Ma il capitano sul cui braccio il re si appoggiava, rispose all’uomo di Dio: «Ecco, anche se il SIGNORE facesse delle finestre in cielo, potrebbe mai avvenire una cosa simile?» Eliseo rispose: «Ebbene, lo vedrai con i tuoi occhi, ma non ne mangerai».
3 C’erano quattro lebbrosi presso l’entrata della porta della città, i quali dissero tra di loro: «Perché ce ne stiamo qui in attesa di morire? 4 Se diciamo: Entriamo in città, in città c’è la fame, e noi vi morremo; se restiamo qui, morremo lo stesso. Dunque venite, andiamo a buttarci nell’accampamento dei Siri; se ci lasciano vivere, vivremo; se ci danno la morte, morremo». 5 Sull’imbrunire, si alzarono per andare all’accampamento dei Siri; e come giunsero all’estremità dell’accampamento dei Siri, ecco che non c’era nessuno. 6 Il Signore aveva fatto udire nell’accampamento dei Siri un rumore di carri, un rumore di cavalli, un rumore di grande esercito, tanto che i Siri avevano detto fra di loro: «Il re d’Israele ha assoldato contro di noi i re degli Ittiti e i re degli Egiziani, perché vengano ad assalirci». 7 E si erano alzati, ed erano fuggiti all’imbrunire, abbandonando le loro tende, i loro cavalli, i loro asini, e l’accampamento così com’era; erano fuggiti per salvarsi la vita. 8 Quei lebbrosi, giunti all’estremità dell’accampamento, entrarono in una tenda, mangiarono, bevvero, e portarono via argento, oro, vestiario, e andarono a nascondere ogni cosa. Poi tornarono, entrarono in un’altra tenda, e anche di là portarono via roba, che andarono a nascondere. 9 Ma poi dissero fra di loro: «Noi non facciamo bene; questo è giorno di buone notizie, e noi tacciamo! Se aspettiamo finché si faccia giorno, saremo considerati colpevoli. Ora venite, andiamo a informare la casa del re». 10 Così partirono, chiamarono i guardiani della città, e li informarono della cosa, dicendo: «Siamo andati all’accampamento dei Siri, e non c’è nessuno, né vi si ode voce d’uomo; non vi sono che i cavalli legati e gli asini legati, e le tende intatte». 11 Allora i guardiani chiamarono, e fecero sapere la cosa dentro il palazzo reale.
12 Il re si alzò di notte, e disse ai suoi servitori: «Vi voglio dire io quel che ci hanno fatto i Siri. Sanno che patiamo la fame; sono quindi usciti dall’accampamento a nascondersi per la campagna, dicendo: “Appena usciranno dalla città, li prenderemo vivi, ed entreremo nella città”». 13 Uno dei suoi servitori gli rispose: «Ti prego, si prendano cinque dei cavalli che rimangono ancora nella città. Guardate, sono come tutta la moltitudine d’Israele che c’è rimasta; sono come tutta la moltitudine d’Israele che muore di fame; e mandiamo a vedere di che si tratta». 14 Presero dunque due carri con i loro cavalli, e il re mandò degli uomini sulle tracce dell’esercito dei Siri, dicendo: «Andate e vedete». 15 Quelli andarono sulle tracce dei Siri, fino al Giordano; tutta la strada era piena di vestiario e di oggetti, che i Siri avevano gettato via nella loro fuga precipitosa. E gli inviati tornarono e riferirono tutto al re.
16 Allora il popolo uscì e saccheggiò l’accampamento dei Siri; e una misura di fior di farina si ebbe per un siclo, e due misure d’orzo per un siclo, secondo la parola del SIGNORE. 17 Il re aveva affidato la guardia della porta al capitano sul cui braccio si appoggiava; ma questo capitano fu calpestato dalla folla presso la porta della città, e morì, come aveva detto l’uomo di Dio, quando aveva parlato al re che era sceso a trovarlo. 18 Difatti, quando l’uomo di Dio aveva parlato al re, aveva detto: «Domani, a quest’ora, alla porta di Samaria, due misure d’orzo si avranno per un siclo e una misura di fior di farina per un siclo». 19 Ma quel capitano aveva risposto all’uomo di Dio, e gli aveva detto: «Ecco, anche se il SIGNORE facesse delle finestre in cielo, potrebbe mai avvenire una cosa simile?» Ed Eliseo gli aveva detto: «Ebbene, lo vedrai con i tuoi occhi, ma non ne mangerai». 20 E così avvenne: fu calpestato dalla folla presso la porta della città, e morì.

Il Signore vuole che siamo testimoni e dobbiamo ubbidirgli

Giovanni 3,16

Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna.

Da Lunedì 24 a  Venerdì 28 Gennaio Settimana Bianca e Studi Biblici a Istituto Biblico Evangelico (Isola Gran Sasso) e Campo Imperatore (Aquila) condotti da Stefano Standridge e Shawn Hulk

1Timoteo 6:12

Combatti il buon combattimento della fede, afferra la vita eterna alla quale sei stato chiamato e in vista della quale hai fatto quella bella confessione di fede in presenza di molti testimoni.

2Timoteo 3:16-17

16 Ogni Scrittura è ispirata da Dio e utile a insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia, 17 perché l’uomo di Dio sia completo e ben preparato per ogni opera buona.

 


Signore Grazie di Questa Settimana di  Sci oltre che di Comunione e di Crescita Spirituale con altri tuoi figli al Gran Sasso

-Tuo Roberto-

Culto Chiesa Cristiana Evangelica di Forlì condotto da Ivan Trianni con messaggio di Stan Goertzen su

“Dio vuole che siamo adoratori nel suo nome in Spirito e Verità”

Giovanni 4:1-24

Gesù e la donna samaritana
Is 55:1-3; Gv 7:37-39; Ap 22:17
1 Quando dunque Gesù seppe che i farisei avevano udito che egli faceva e battezzava più discepoli di Giovanni 2 (sebbene non fosse Gesù che battezzava, ma i suoi discepoli), 3 lasciò la Giudea e se ne andò di nuovo in Galilea.
4 Ora doveva passare per la Samaria. 5 Giunse dunque a una città della Samaria, chiamata Sicar, vicina al podere che Giacobbe aveva dato a suo figlio Giuseppe; 6 e là c’era il pozzo di Giacobbe. Gesù dunque, stanco del cammino, stava così a sedere presso il pozzo. Era circa l’ora sesta.
7 Una Samaritana venne ad attingere l’acqua. Gesù le disse: «Dammi da bere». 8 (Infatti i suoi discepoli erano andati in città a comprar da mangiare.) 9 La Samaritana allora gli disse: «Come mai tu che sei Giudeo chiedi da bere a me, che sono una donna samaritana?» Infatti i Giudei non hanno relazioni con i Samaritani. 10 Gesù le rispose: «Se tu conoscessi il dono di Dio e chi è che ti dice: “Dammi da bere”, tu stessa gliene avresti chiesto, ed egli ti avrebbe dato dell’acqua viva». 11 La donna gli disse: «Signore, tu non hai nulla per attingere, e il pozzo è profondo; da dove avresti dunque quest’acqua viva? 12 Sei tu più grande di Giacobbe, nostro padre, che ci diede questo pozzo e ne bevve egli stesso con i suoi figli e il suo bestiame?» 13 Gesù le rispose: «Chiunque beve di quest’acqua avrà sete di nuovo; 14 ma chi beve dell’acqua che io gli darò, non avrà mai più sete; anzi, l’acqua che io gli darò diventerà in lui una fonte d’acqua che scaturisce in vita eterna». 15 La donna gli disse: «Signore, dammi di quest’acqua, affinché io non abbia più sete e non venga più fin qui ad attingere». 16 Gesù le disse: «Va’ a chiamar tuo marito e vieni qua». 17 La donna gli rispose: «Non ho marito». E Gesù: «Hai detto bene: “Non ho marito”; 18 perché hai avuto cinque mariti; e quello che hai ora, non è tuo marito; in questo hai detto la verità». 19 La donna gli disse: «Signore, vedo che tu sei un profeta. 20 I nostri padri hanno adorato su questo monte, ma voi dite che a Gerusalemme è il luogo dove bisogna adorare». 21 Gesù le disse: «Donna, credimi; l’ora viene che né su questo monte né a Gerusalemme adorerete il Padre. 22 Voi adorate quel che non conoscete; noi adoriamo quel che conosciamo, perché la salvezza viene dai Giudei. 23 Ma l’ora viene, anzi è già venuta, che i veri adoratori adoreranno il Padre in spirito e verità; poiché il Padre cerca tali adoratori. 24 Dio è Spirito; e quelli che l’adorano, bisogna che l’adorino in spirito e verità».


FINE io e DIO 15-30-gennaio 2000(immagine Campo Settimana Bianca 2000)

P.S: mio account MySpace www.myspace.com/barnyroby

Blog ritornato alle Originiultima modifica: 2008-10-29T11:34:00+00:00da barnabamadavide
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Blog ritornato alle Origini

  1. Ho letto il tuo blog, ti devo dire co nn sono molto credente, anche perchè vedo troppe cose che sono nn conformi alla parola di Dio, sopratutto da parte degli uomini di Chiesa, e ti assicuro che, ho poca fiducia di chi frequenta la Chiesa, nn è rivolta a te!!!!!!!! So solo che il 99% va in Chiesa tanto x… per mia esperienza, nel momento del bisogno mi sono stati più vicini/e amiche non credenti che quelle bigotte. tutte casa e chiesa….. le odio!!!!! Tutta falsità.
    Scusa lo sfogo, non c’è lo con te, era/è solo come vivo io la parola della Chiesa.

Lascia un commento