10-30 Gennaio 1993

ioeDio

10-30 Gennaio 1993

Domenica 10 Gennaio 1993

Culto Domenicale Chiesa Cristiana Evangelica di Forlì con messaggio (2=°) della Parola su Matteo 16“:16-18”

Matteo 16:16-18

16 Simon Pietro rispose: «Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente».
17 Gesù, replicando, disse: «Tu sei beato, Simone, figlio di Giona, perché non la carne e il sangue ti hanno rivelato questo, ma il Padre mio che è nei cieli. 18 E anch’io ti dico: tu sei Pietro, e su questa pietra edificherò la mia chiesa, e le porte dell’Ades non la potranno vincere.

Isaia 28:16

Perciò così parla il Signore, DIO:
«Ecco, io ho posto come fondamento in Sion una pietra,
una pietra provata, una pietra angolare preziosa, un fondamento solido;
chi confiderà in essa non avrà fretta di fuggire.

1Corinzi 3:9-11

 

(Ef 2:20-22; 1P 2:4-6)(2Ti 2:15; 1Ti 4:16)
9 Noi siamo infatti collaboratori di Dio, voi siete il campo di Dio, l’edificio di Dio.
10 Secondo la grazia di Dio che mi è stata data, come esperto architetto, ho posto il fondamento; un altro vi costruisce sopra. Ma ciascuno badi a come vi costruisce sopra; 11 poiché nessuno può porre altro fondamento oltre a quello già posto, cioè Cristo Gesù.

Atti 20:28

Badate a voi stessi e a tutto il gregge, in mezzo al quale lo Spirito Santo vi ha costituiti vescovi, per pascere la chiesa di Dio, che egli ha acquistata con il proprio sangue.

 


Stasera prego per una cosa sola cioè che domani vada tutto bene per quanto riguarda il lavoro,ti supplico perchè tu l’accolga dato che abbiamo urgenza di un mio lavoro;grazie Signore mio

– Tuo Roberto- 

Lunedì 11 Gennaio 1993

Luca 13:18-21

 

Parabole del granello di senape e del lievito
=(Mt 13:31-33; Mr 4:30-32)
18 Diceva ancora: «A che cosa è simile il regno di Dio, e a che cosa lo paragonerò? 19 È simile a un granello di senape che un uomo ha preso e gettato nel suo orto; ed è cresciuto ed è divenuto albero; e gli uccelli del cielo si sono riparati sui suoi rami».
20 E di nuovo disse: «A che cosa paragonerò il regno di Dio? 21 Esso è simile al lievito che una donna ha preso e mescolato in tre misure di farina, finché sia tutta lievitata».



Signore mio ora ti prego che tutto ciò che ho seminato l’anno scorso dia buoni frutti quest’anno con buona pace mia e della Tina

-Tuo Roberto-

Martedì 12 Gennaio 1993

 

Proverbi 16:1-9

1 All’uomo spettano i disegni del cuore;
ma la risposta della lingua viene dal SIGNORE.
2 Tutte le vie dell’uomo a lui sembrano pure,
ma il SIGNORE pesa gli spiriti.
3 Affida al SIGNORE le tue opere,
e i tuoi progetti avranno successo.
4 Il SIGNORE ha fatto ogni cosa per uno scopo;
anche l’empio, per il giorno della sventura.
5 Chi ha un cuore superbo è in abominio al SIGNORE;
certo è che non rimarrà impunito.
6 Con la bontà e con la fedeltà l’iniquità si espia,
e con il timore del SIGNORE si evita il male.
7 Quando il SIGNORE gradisce le vie di un uomo,
riconcilia con lui anche i suoi nemici.
8 Meglio poco con giustizia,
che grandi entrate senza equità.
9 Il cuore dell’uomo medita la sua via,
ma il SIGNORE dirige i suoi passi.



Signore ti prego anzi ti supplico perchè al più presto venga una risposta positiva per quanto riguarda il mio lavoro e l’esame clinico della Tina,aiutaci tanto perchè ciò e assolutamente necessario per noi,ti ha pregato in fede

-Tuo Roberto-

Mercoledì 13 Gennaio 1993

2 Corinzi 4:16-18

 

Sofferenze momentanee e gloria futura
(Ro 8:17-18; 1P 1:6-9)(Ro 8:23-25; Fl 1:23) 1Gv 3:2-3; Eb 12:28-29; At 24:15-16
16 Perciò non ci scoraggiamo; ma, anche se il nostro uomo esteriore si va disfacendo, il nostro uomo interiore si rinnova di giorno in giorno. 17 Perché la nostra momentanea, leggera afflizione ci produce un sempre più grande, smisurato peso eterno di gloria, 18 mentre abbiamo lo sguardo intento non alle cose che si vedono, ma a quelle che non si vedono; poiché le cose che si vedono sono per un tempo, ma quelle che non si vedono sono eterne.



Signore mio ho fiducia che come hai promesso provvederai di ciò che abbiamo bisogno in questa terra;ma sono un uomo debole e questa attesa di una sicurezza di vita e lavorativa mi stressa;quindi dammi una maggiore fede perchè così possa essere un vincitore nel tuo nome Gesù mio

-Tuo Roberto-

Giovedì 14 Venerdì 15 Gennaio 1993

1Corinzi 2:9-13

9 Ma com’è scritto: «Le cose che occhio non vide, e che orecchio non udì, e che mai salirono nel cuore dell’uomo, sono quelle che Dio ha preparate per coloro che lo amano». 10 A noi Dio le ha rivelate per mezzo dello Spirito, perché lo Spirito scruta ogni cosa, anche le profondità di Dio. 11 Infatti, chi, tra gli uomini, conosce le cose dell’uomo se non lo spirito dell’uomo che è in lui? Così nessuno conosce le cose di Dio se non lo Spirito di Dio.
12 Ora noi non abbiamo ricevuto lo spirito del mondo, ma lo Spirito che viene da Dio, per conoscere le cose che Dio ci ha donate; 13 e noi ne parliamo non con parole insegnate dalla sapienza umana, ma insegnate dallo Spirito, adattando parole spirituali a cose spirituali.

Luca 22:39-46

 

Agonia di Gesù nel giardino del Getsemani
=(Mt 26:36-46; Mr 14:32-42; Gv 18:1-2) cfr. Eb 5:7-8
39 Poi, uscito, andò, come al solito, al monte degli Ulivi; e anche i discepoli lo seguirono.
40 Giunto sul luogo, disse loro: «Pregate di non entrare in tentazione». 41 Egli si staccò da loro circa un tiro di sasso e postosi in ginocchio pregava, dicendo: 42 «Padre, se vuoi, allontana da me questo calice! Però non la mia volontà, ma la tua sia fatta».
43 [Allora gli apparve un angelo dal cielo per rafforzarlo. 44 Ed essendo in agonia, egli pregava ancor più intensamente; e il suo sudore diventò come grosse gocce di sangue che cadevano in terra.] 45 E, dopo aver pregato, si alzò, andò dai discepoli e li trovò addormentati per la tristezza, 46 e disse loro: «Perché dormite? Alzatevi e pregate, affinché non entriate in tentazione».



Signore facci degni come tuoi soldati fedeli,con la nostra testimonianza e il nostro impegno di fede ad essere di vero e sincero aiuto alle persone bisognose e senza Dio che necessitano del nostro sostegno per trovare la giusta via che porta a te Gesù mio Signore e Salvatore.Grazie

-Tuo Roberto-

Sabato 16 Gennaio 1993

Chiesa Evangelica di Forlì ,studio biblico su 1 Giovanni condotto da Jim Haglund

1Giovanni 2:12-17

 

1Te 2:11-12 (Ro 12:2; Cl 3:1-3; Gm 4:4; Mt 6:24)
12 Figlioli, vi scrivo perché i vostri peccati sono perdonati in virtù del suo nome.
13 Padri, vi scrivo perché avete conosciuto colui che è fin dal principio. Giovani, vi scrivo perché avete vinto il maligno.
14 Ragazzi, vi ho scritto perché avete conosciuto il Padre. Padri, vi ho scritto perché avete conosciuto colui che è fin dal principio. Giovani, vi ho scritto perché siete forti, e la parola di Dio rimane in voi, e avete vinto il maligno.
15 Non amate il mondo né le cose che sono nel mondo. Se uno ama il mondo, l’amore del Padre non è in lui. 16 Perché tutto ciò che è nel mondo, la concupiscenza della carne, la concupiscenza degli occhi e la superbia della vita, non viene dal Padre, ma dal mondo. 17 E il mondo passa con la sua concupiscenza; ma chi fa la volontà di Dio rimane in eterno



Gesù mio ti prego oggi affinchè ritorni la pace e la serenità in famiglia con la giusta prosperità e sicurezza (con le risposte che attendiamo fiduciosi per il lavoro e la salute)

-Tuo Roberto_

Domenica 17 Gennaio 1993

Culto Domenicale Chiesa Cristiana Evangelica di Forlì-Messaggio di Jim Haglund su 


Matteo 16:18-19

18 E anch’io ti dico: tu sei Pietro, e su questa pietra edificherò la mia chiesa, e le porte dell’Ades non la potranno vincere. 19 Io ti darò le chiavi del regno dei cieli; tutto ciò che legherai in terra sarà legato nei cieli, e tutto ciò che scioglierai in terra sarà sciolto nei cieli».

1Pietro 2:4-5

4 Accostandovi a lui, pietra vivente, rifiutata dagli uomini, ma davanti a Dio scelta e preziosa, 5 anche voi, come pietre viventi, siete edificati per formare una casa spirituale, un sacerdozio santo, per offrire sacrifici spirituali, graditi a Dio per mezzo di Gesù Cristo.

1Pietro 4:10-11

10 Come buoni amministratori della svariata grazia di Dio, ciascuno, secondo il carisma che ha ricevuto, lo metta a servizio degli altri. 11 Se uno parla, lo faccia come si annunziano gli oracoli di Dio; se uno compie un servizio, lo faccia come si compie un servizio mediante la forza che Dio fornisce, affinché in ogni cosa sia glorificato Dio per mezzo di Gesù Cristo, al quale appartengono la gloria e la potenza nei secoli dei secoli. Amen.

1Corinzi 12:1

Varietà dei doni spirituali
Ef 4:4-12
Circa i doni spirituali, fratelli, non voglio che siate nell’ignoranza.

1Corinzi 12:4-7

4 Ora vi è diversità di carismi, ma vi è un medesimo Spirito. 5 Vi è diversità di ministeri, ma non v’è che un medesimo Signore. 6 Vi è varietà di operazioni, ma non vi è che un medesimo Dio, il quale opera tutte le cose in tutti.
7 Ora a ciascuno è data la manifestazione dello Spirito per il bene comune.


Signore ti prego aiutaci affinchè al più presto arrivino le giuste risposte che attendiamo per potere affrontare al meglio le difficoltà di questo mondo terreno rimanendo fedeli alla tua parola,grazie

-Tuo Roberto-

Lunedì 18 Gennaio 1993

1Corinzi 1:10-15

 

Divisioni nella chiesa di Corinto
1Co 3:3-8, 21-22
10 Ora, fratelli, vi esorto, nel nome del Signore nostro Gesù Cristo, ad aver tutti un medesimo parlare e a non aver divisioni tra di voi, ma a stare perfettamente uniti nel medesimo modo di pensare e di sentire. 11 Infatti, fratelli miei, mi è stato riferito da quelli di casa Cloe che tra di voi ci sono contese. 12 Voglio dire che ciascuno di voi dichiara: «Io sono di Paolo»; «io d’Apollo»; «io di Cefa»; «io di Cristo». 13 Cristo è forse diviso? Paolo è stato forse crocifisso per voi? O siete voi stati battezzati nel nome di Paolo? 14 Ringrazio Dio che non ho battezzato nessuno di voi, salvo Crispo e Gaio; 15 perciò nessuno può dire che foste battezzati nel mio nome.



Signore mio ti prego questa attesa è ormai insopportabile dacci al più presto ciò di cui necessitano insieme a una grandissima fede,fiducioso in ciò ti ha pregato nel nome di tuo figlio Cristo Gesù

-Tuo Roberto-

Martedì 19 Gennaio 1993

Signore mio ti prego dammi più fede ,saggezza,umiltà e forza di volontà per vincere le battaglie odierne,e che la pace e la prosperità torni in famiglia.Scusami Signore se adesso sto pregando troppo egoisticamente ,ma ora sono troppo debole e non lucido per essere di vero aiuto.Fammi,facci crescere in te Dio mio meraviglioso,onnipotente ed onnisciente

-Tuo Roberto-

Matteo 11:28-30

28 Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi, e io vi darò riposo. 29 Prendete su di voi il mio giogo e imparate da me, perché io sono mansueto e umile di cuore; e voi troverete riposo alle anime vostre; 30 poiché il mio giogo è dolce e il mio carico è leggero».

Mercoledì 20 Gennaio 1993

Proverbi 3:27-35

 

1Gv 3:16-18; Pr 24:19-20; Is 3:10-11
27 Non rifiutare un beneficio a chi vi ha diritto,
quando è in tuo potere di farlo.
28 Se hai di che dare, non dire al tuo prossimo: «Va’ e torna,
te lo darò domani».
29 Non tramare il male contro il tuo prossimo,
mentre egli abita fiducioso con te.
30 Non fare causa a nessuno senza motivo,
se non ti è stato fatto alcun torto.
31 Non portare invidia all’uomo violento
e non scegliere nessuna delle sue vie;
32 poiché il SIGNORE detesta l’uomo perverso,
ma la sua amicizia è per gli uomini retti.
33 La maledizione del SIGNORE è nella casa dell’empio,
ma egli benedice l’abitazione dei giusti.
34 Se schernisce gli schernitori,
fa grazia agli umili.
35 I saggi erediteranno la gloria,
ma l’infamia è la parte che spetta agli stolti.



Signore mio ti ringrazio di tutto quello che fai per noi e so che non mancherà mai il tuo giusto aiuto se la nostra fede non vacillerà,fa’ che non accada Dio mio

-Tuo Roberto-

Giovedì 21 Gennaio 1993

Giovanni 20:24-29

 

Gesù appare ai discepoli, tra i quali è Tommaso
Is 42:3; 1P 1:8-9
24 Or Tommaso, detto Didimo, uno dei dodici, non era con loro quando venne Gesù. 25 Gli altri discepoli dunque gli dissero: «Abbiamo visto il Signore!» Ma egli disse loro: «Se non vedo nelle sue mani il segno dei chiodi, e se non metto il mio dito nel segno dei chiodi, e se non metto la mia mano nel suo costato, io non crederò».
26 Otto giorni dopo, i suoi discepoli erano di nuovo in casa, e Tommaso era con loro. Gesù venne a porte chiuse, e si presentò in mezzo a loro, e disse: «Pace a voi!» 27 Poi disse a Tommaso: «Porgi qua il dito e vedi le mie mani; porgi la mano e mettila nel mio costato; e non essere incredulo, ma credente». 28 Tommaso gli rispose: «Signor mio e Dio mio!» 29 Gesù gli disse: «Perché mi hai visto, tu hai creduto; beati quelli che non hanno visto e hanno creduto!»

——————————————————————————————–

Scusami Signore mio se adesso sono un po’ come Tommaso ,perchè mi sembra che mi stia crollando il mondo addosso e non trovo via d’uscita,perchè le risposte per il lavoro arrivano sempre negative e gli esami e le eventuali cure della Tina per la sua malattia tardano sempre.Scusami ancora per le mie paure e insicurezze;rafforzami nella mia fede nei momenti di crisi perchè trovi più forza nella tua Parola che deve divenire sempre più per me una certezza.Aiutami ti supplico nel nome di tuo figlio Cristo Gesù.

-Tuo Roberto-

Venerdì 22 Giugno 1993

Luca 6:46-49

 

Parabola delle due case
=Mt 7:21-29 (2P 1:5-10)
46 «Perché mi chiamate: “Signore, Signore!” e non fate quello che dico? 47 Chiunque viene a me e ascolta le mie parole e le mette in pratica, io vi mostrerò a chi assomiglia. 48 Assomiglia a un uomo il quale, costruendo una casa, ha scavato e scavato profondamente, e ha posto il fondamento sulla roccia; e, venuta un’alluvione, la fiumana ha investito quella casa e non ha potuto smuoverla perché era stata costruita bene. 49 Ma chi ha udito e non ha messo in pratica, assomiglia a un uomo che ha costruito una casa sul terreno, senza fondamenta; la fiumana l’ha investita, e subito è crollata; e la rovina di quella casa è stata grande».



Signore ti prego perchè riesca a vincere tutte le battaglie terrene senza uscire dalla giusta via seguendo sempre questo passo della tua parola :

Matteo 7:12-14

 

La regola per eccellenza; le due vie
(Lu 6:31; cfr. Ef 4:32)(cfr. Sl 1) =Lu 13:23-25
12 «Tutte le cose dunque che voi volete che gli uomini vi facciano, fatele anche voi a loro; perché questa è la legge e i profeti.
13 Entrate per la porta stretta, poiché larga è la porta e spaziosa la via che conduce alla perdizione, e molti sono quelli che entrano per essa. 14 Stretta invece è la porta e angusta la via che conduce alla vita, e pochi sono quelli che la trovano.

perchè in questo momento di difficoltà possa trovare le giuste e oneste risposte per uscire dalla crisi;e ti prego dai la forza oltre a me anche alla Tina.Grazie Dio mio perchè ci dai l’opportunità di essere salvati per fede e non per la nostra capacità (saremo tutti condannati in ciò)

-Tuo Roberto-

Sabato 23 Gennaio 1993

 

Efesini 3:14-21

 

La preghiera di Paolo per gli Efesini
(Cl 2:1-3, 9-10; 2P 3:18)(Gd 24-25; Ap 1:6)
14 Per questo motivo piego le ginocchia davanti al Padre, 15 dal quale ogni famiglia nei cieli e sulla terra prende nome, 16 affinché egli vi dia, secondo le ricchezze della sua gloria, di essere potentemente fortificati, mediante lo Spirito suo, nell’uomo interiore, 17 e faccia sì che Cristo abiti per mezzo della fede nei vostri cuori, perché, radicati e fondati nell’amore, 18 siate resi capaci di abbracciare con tutti i santi quale sia la larghezza, la lunghezza, l’altezza e la profondità dell’amore di Cristo 19 e di conoscere questo amore che sorpassa ogni conoscenza, affinché siate ricolmi di tutta la pienezza di Dio.
20 Or a colui che può, mediante la potenza che opera in noi, fare infinitamente di più di quel che domandiamo o pensiamo, 21 a lui sia la gloria nella chiesa, e in Cristo Gesù, per tutte le età, nei secoli dei secoli. Amen.



Signore mio oggi voglio pregarti per quelle persone che non ti hanno conosciuto,affinchè vengono a conoscenza della tua parola tramite l’opera e la testimonianza dei veri crednti tra cui noi vorremo essere dei tuoi degni soldati e servitori.Grazie Gesù mio

-Tuo Roberto-

Domenica 24 Gennaio 1993

Culto chiesa cristiana evangelica di Forlì con messaggio di Jim Haglund su “Unità nella chiesa,nella diversità dei doni spirituali donati ad ogni membro per l’utilità comune”

1Corinzi 12:12-28

 

La chiesa viene paragonata al corpo umano
(Ro 12:3-8; Ef 4:4-16; 1P 4:10-11)(Ga 6:2; Fl 2:1-4)
12 Poiché, come il corpo è uno e ha molte membra, e tutte le membra del corpo, benché siano molte, formano un solo corpo, così è anche di Cristo. 13 Infatti noi tutti siamo stati battezzati in un unico Spirito per formare un unico corpo, Giudei e Greci, schiavi e liberi; e tutti siamo stati abbeverati di un solo Spirito.
14 Infatti il corpo non si compone di un membro solo, ma di molte membra. 15 Se il piede dicesse: «Siccome io non sono mano, non sono del corpo», non per questo non sarebbe del corpo. 16 Se l’orecchio dicesse: «Siccome io non sono occhio, non sono del corpo», non per questo non sarebbe del corpo. 17 Se tutto il corpo fosse occhio, dove sarebbe l’udito? Se tutto fosse udito, dove sarebbe l’odorato? 18 Ma ora Dio ha collocato ciascun membro nel corpo, come ha voluto. 19 Se tutte le membra fossero un unico membro, dove sarebbe il corpo? 20 Ci son dunque molte membra, ma c’è un unico corpo; 21 l’occhio non può dire alla mano: «Non ho bisogno di te»; né il capo può dire ai piedi: «Non ho bisogno di voi». 22 Al contrario, le membra del corpo che sembrano essere più deboli, sono invece necessarie; 23 e quelle parti del corpo che stimiamo essere le meno onorevoli, le circondiamo di maggior onore; le nostre parti indecorose sono trattate con maggior decoro, 24 mentre le parti nostre decorose non ne hanno bisogno; ma Dio ha formato il corpo in modo da dare maggior onore alla parte che ne mancava, 25 perché non ci fosse divisione nel corpo, ma le membra avessero la medesima cura le une per le altre. 26 Se un membro soffre, tutte le membra soffrono con lui; se un membro è onorato, tutte le membra ne gioiscono con lui.
27 Ora voi siete il corpo di Cristo e membra di esso, ciascuno per parte sua. 28 E Dio ha posto nella chiesa in primo luogo degli apostoli, in secondo luogo dei profeti, in terzo luogo dei dottori, poi miracoli, poi doni di guarigioni, assistenze, doni di governo, diversità di lingue.

1Corinzi 12:31

 

Voi, però, desiderate ardentemente i carismi maggiori!
L’eccellenza dell’amore
(Mt 22:36-40; Ro 13:8-10; Cl 3:14)(1Gv 3:16-19; 4:7-12, 16-21)
Ora vi mostrerò una via, che è la via per eccellenza.

1Corinzi 4:7

Infatti, chi ti distingue dagli altri? E che cosa possiedi che tu non abbia ricevuto? E se l’hai ricevuto, perché ti vanti come se tu non l’avessi ricevuto?


Signore oggi ti prego per tutte le cose che non sono state menzionate in chiesa,oltre che per l’opportunità di lavoro di domani sia quella giusta per questo momento;certo che accoglierai le giuste richieste secondo la tua perfetta volontà e fedeltà ti ringrazio Gesù mio

-Tuo Roberto-

Lunedì 25 Gennaio 1993

1Timoteo 3:14-16

 

Mistero della pietà
Ef 2:19-22 (Gv 1:1, 14; Ro 1:4; 16:25-26)
14 Ti scrivo queste cose sperando di venir presto da te, 15 affinché tu sappia, nel caso che dovessi tardare, come bisogna comportarsi nella casa di Dio, che è la chiesa del Dio vivente, colonna e sostegno della verità. 16 Senza dubbio, grande è il mistero della pietà: Colui che è stato manifestato in carne, è stato giustificato nello Spirito, è apparso agli angeli, è stato predicato fra le nazioni, è stato creduto nel mondo, è stato elevato in gloria.



Signore oggi ti chiedo solo una cosa:dammi e dacci molta pazienza per potere aspettare senza far sbagli il momento cui le cose terrene si mettano nel modo migliore,ti prego Gesù mio esaudiscimi

-tuo Roberto-

Martedì 26 Gennaio 1993

2Giovanni 4-6

 

La verità e l’amore
3Gv 3-4 (Gv 13:34-35; 1Gv 5:1-3)
4 Mi sono molto rallegrato di aver trovato fra i tuoi figli alcuni che camminano nella verità, secondo il comandamento che abbiamo ricevuto dal Padre. 5 E ora ti prego, signora, non come se ti scrivessi un comandamento nuovo, ma quello che abbiamo avuto fin da principio: amiamoci gli uni gli altri! 6 In questo è l’amore: che camminiamo secondo i suoi comandamenti. Questo è il comandamento in cui dovete camminare come avete imparato fin da principio.



Stasera Signore ti voglio pregare con tutto il cuore per la Tina,per un suo utile ricovero in ospedale,una sua pronta guarigione e un felice ritorno in armonia e serenità fra noi nella sua famiglia,ti ringrazio certo che accoglierai ciò che è giusto secondo la tua volontà

-Tuo Roberto-

Mercoledì 27 Gennaio 1993

Romani 15:8-13

 

La buona novella è per tutti gli uomini
At 3:25-26; Ef 2:11-19
8 Infatti io dico che Cristo è diventato servitore dei circoncisi a dimostrazione della veracità di Dio per confermare le promesse fatte ai padri; 9 mentre gli stranieri onorano Dio per la sua misericordia, come sta scritto:
«Per questo ti celebrerò tra le nazioni
e canterò le lodi al tuo nome
».
10 E ancora:
«Rallegratevi, o nazioni, con il suo popolo».
11 E altrove:
«Nazioni, lodate tutte il Signore;
tutti i popoli lo celebrino
».
12 Di nuovo Isaia dice:
«Spunterà una radice di Iesse,
colui che sorgerà a governare le nazioni;
in lui spereranno le nazioni
».
13 Or il Dio della speranza vi riempia di ogni gioia e di ogni pace nella fede, affinché abbondiate nella speranza, per la potenza dello Spirito Santo.



Signore rendimi Tina al più presto sanata sia fisicamente che spiritualmente e fammi avere al più presto una risposta positiva per quanto riguarda il lavoro,cosicchè possa alleviare Tina da un carico troppo pesante per le sue deboli spalle.Fedelmente

-Tuo Roberto-

Giovedì 28 Gennaio 1993

Salmo 70

Preghiera di liberazione
= Sl 40:14-18 (Sl 13; 35:19-28)
1 Al direttore del coro. Di Davide. Per far ricordare.
Affrèttati, o Dio, a liberarmi!
SIGNORE, affrèttati in mio aiuto!
2 Siano confusi e si vergognino quelli che cercano l’anima mia!
Voltino le spalle e siano coperti d’infamia quelli che desiderano il mio male!
3 Indietreggino, sotto il peso della loro infamia,
quelli che mi deridono.
4 Gioiscano ed esultino in te
quelli che ti cercano;
e quelli che amano la tua salvezza
dicano sempre: «Sia glorificato Dio!»
5 Ma io son misero e povero;
o Dio, affrèttati a venire in mio aiuto;
tu sei il mio sostegno e il mio liberatore;
SIGNORE, non tardare!



Signore mio illumina di saggezza e di Buona Volontà tutte quelle persone che adesso devono contribuire alla salvezza mia (per il lavoro) , di Tina e mia mamma (per la salute) perchè trovino la strada giusta per farci arrivare alla vittoria sulle avversità senza tradire la fede in te

-Tuo Roberto-

Venerdì 29 Gennaio 1993

Apocalisse 1:1-3

(Nu 24:14-17; Is 26:8-9; So 1:14-18)
Titolo e argomento del libro
Am 3:7; Ap 22:6-10
1 Rivelazione di Gesù Cristo, che Dio gli diede per mostrare ai suoi servi le cose che devono avvenire tra breve, e che egli ha fatto conoscere mandando il suo angelo al suo servo Giovanni. 2 Egli ha attestato come parola di Dio e testimonianza di Gesù Cristo tutto ciò che ha visto.
3 Beato chi legge e beati quelli che ascoltano le parole di questa profezia e fanno tesoro delle cose che vi sono scritte, perché il tempo è vicino!



Signore mio ti supplico dammi molta calma,pazienza,saggezza,fede e altruismo in modo che l’attesa del momento in cui le cose terrena vadano (quanto prima) nella giusta direzione non sia troppo assilante e sofferta.Fammi tornare vincitore nel tuo nome affinchè ritorni nella mia vita il vero grande amore.Ti supplico ascoltami

-Tuo Roberto-

Sabato 30 Gennaio 1993

 Studio Biblico chiesa cristiana evangelica di Forlì su  

1Giovanni 2:18-29

 

Gli anticristi
(1Gv 4:1-6; 2Gv 7-11) Gv 16:13-15
18 Ragazzi, è l’ultima ora. Come avete udito, l’anticristo deve venire, e di fatto già ora sono sorti molti anticristi. Da ciò conosciamo che è l’ultima ora. 19 Sono usciti di mezzo a noi, ma non erano dei nostri; perché se fossero stati dei nostri, sarebbero rimasti con noi; ma ciò è avvenuto perché fosse manifesto che non tutti sono dei nostri.
20 Quanto a voi, avete ricevuto l’unzione dal Santo e tutti avete conoscenza. 21 Vi ho scritto, non perché non conoscete la verità, ma perché la conoscete e perché tutto ciò che è menzogna non ha niente a che fare con la verità. 22 Chi è il bugiardo se non colui che nega che Gesù è il Cristo? Egli è l’anticristo, che nega il Padre e il Figlio. 23 Chiunque nega il Figlio, non ha neppure il Padre; chi riconosce pubblicamente il Figlio, ha anche il Padre.
24 Quanto a voi, ciò che avete udito fin dal principio rimanga in voi. Se quel che avete udito fin dal principio rimane in voi, anche voi rimarrete nel Figlio e nel Padre. 25 E questa è la promessa che egli ci ha fatta: la vita eterna.
26 Vi ho scritto queste cose riguardo a quelli che cercano di sedurvi. 27 Ma quanto a voi, l’unzione che avete ricevuta da lui rimane in voi, e non avete bisogno dell’insegnamento di nessuno; ma siccome la sua unzione vi insegna ogni cosa ed è veritiera, e non è menzogna, rimanete in lui come essa vi ha insegnato.

Le caratteristiche dei figli di Dio
(Cl 1:21-23; Gv 1:12-13; Ro 8:14-19; Eb 12:14)(1Gv 5:18)
28 E ora, figlioli, rimanete in lui affinché, quand’egli apparirà, possiamo aver fiducia e alla sua venuta non siamo costretti a ritirarci da lui, coperti di vergogna. 29 Se sapete che egli è giusto, sappiate che anche tutti quelli che praticano la giustizia sono nati da lui.



Signore mio oggi prego per quelle persone che ti cercano affinchè vengano raggiunti dalla tua Parola di Vita Eterna tramite chi predichi o manifesti la tua Verità in ubbidienza al tuo grande mandato-Ti ha pregato nel nome di tuo figlio Cristo Gesù il -Tuo Roberto-

Fine IoeDio 10-30 Gennaio 1993

10-30 Gennaio 1993ultima modifica: 2008-06-12T14:30:00+00:00da barnabamadavide
Reposta per primo quest’articolo