4/29 Novembre 1992

io  e DIO  

Mercoledì 4 Novembre 1992

Dio mio;perchè devo essere sempre offeso e malmenato quando non ho fatto niente di così grave per meritare tutto ciò da Tina,perchè non capisce che sono una persona(chissà se mi vede come essere umano?)normale con i suoi difetti e i suoi pregi (come tanti altri sulla terra) che cerca solo amore e comprensione;e che anche lei non è perfetta ma troppo orgogliosa altrimenti perchè rifiuta di concedermi alcuna promessa per venirmi incontro e preferisce autodistruggersi ? Ti prego Signore aiutaci perchè io sono disperato e lei cosa è giusto fare.Ti supplico mio Dio soccorici al più presto

-Tuo Roberto-

Marco 3:23-29

23 Ma egli, chiamatili a sé, diceva loro in parabole: «Come può Satana scacciare Satana? 24 Se un regno è diviso in parti contrarie, quel regno non può durare. 25 Se una casa è divisa in parti contrarie, quella casa non potrà reggere. 26 Se dunque Satana insorge contro sé stesso ed è diviso, non può reggere, ma deve finire. 27 D’altronde nessuno può entrare nella casa dell’uomo forte e rubargli le sue masserizie, se prima non avrà legato l’uomo forte; soltanto allora gli saccheggerà la casa. 28 In verità vi dico: ai figli degli uomini saranno perdonati tutti i peccati e qualunque bestemmia avranno proferita; 29 ma chiunque avrà bestemmiato contro lo Spirito Santo, non ha perdono in eterno, ma è reo di un peccato eterno».

Giovedì 5 Novembre 1992

Giovanni 20:30-31

 

Lo scopo del Vangelo secondo Giovanni
Gv 21:25; 1Gv 5:11-13
30 Or Gesù fece in presenza dei discepoli molti altri segni miracolosi, che non sono scritti in questo libro; 31 ma questi sono stati scritti, affinché crediate che Gesù è il Cristo, il Figlio di Dio, e, affinché, credendo, abbiate vita nel suo nome.

Ebrei 6:1-8

Grave ammonimento a chi abbandona la verità che ha conosciuta
(Ef 4:13-15; Fl 3:12-14)(Eb 10:26-31; 12:15-17, 25)
1 Perciò, lasciando l’insegnamento elementare intorno a Cristo, tendiamo a quello superiore e non stiamo a porre di nuovo il fondamento del ravvedimento dalle opere morte e della fede in Dio, 2 della dottrina dei battesimi, dell’imposizione delle mani, della risurrezione dei morti e del giudizio eterno. 3 Questo faremo se Dio lo permette.
4 Infatti quelli che sono stati una volta illuminati e hanno gustato il dono celeste e sono stati fatti partecipi dello Spirito Santo 5 e hanno gustato la buona parola di Dio e le potenze del mondo futuro, 6 e poi sono caduti, è impossibile ricondurli di nuovo al ravvedimento perché crocifiggono di nuovo per conto loro il Figlio di Dio e lo espongono a infamia. 7 Quando una terra, imbevuta della pioggia che vi cade frequentemente, produce erbe utili a quelli che la coltivano, riceve benedizione da Dio; 8 ma se produce spine e rovi, è riprovata e prossima a essere maledetta; e la sua fine sarà di essere bruciata.

Signore ti prego aiutami a ritrovare tutti quelli che amo e quelli che vorrei amare e portare a te mio Dio.In fede

-Tuo Roberto-

Sabato 7 Novembre 1992

Studio Biblico (chiesa evangelica Forlì) condotto da Jim Haglund su

1 Giovanni 1

(Gv 1:4; 17:11, 26; Ef 5:8)
La parola della vita manifestata in carne
(Gv 1:1-4, 14; 17:20-23) 1Gv 5:11-13
1 Quel che era dal principio, quel che abbiamo udito, quel che abbiamo visto con i nostri occhi, quel che abbiamo contemplato e che le nostre mani hanno toccato della parola della vita 2 (poiché la vita è stata manifestata e noi l’abbiamo vista e ne rendiamo testimonianza, e vi annunziamo la vita eterna che era presso il Padre e che ci fu manifestata), 3 quel che abbiamo visto e udito, noi lo annunziamo anche a voi, perché voi pure siate in comunione con noi; e la nostra comunione è con il Padre e con il Figlio suo, Gesù Cristo. 4 Queste cose vi scriviamo perché la nostra gioia sia completa.

Dio è luce; bisogna camminare nella luce per aver comunione con lui
Ef 5:1, 8-14 (1Gv 2:3-6; Tt 2:14)(Pr 28:13; Sl 32:1-5) Gv 1:29
5 Questo è il messaggio che abbiamo udito da lui e che vi annunziamo: Dio è luce, e in lui non ci sono tenebre. 6 Se diciamo che abbiamo comunione con lui e camminiamo nelle tenebre, noi mentiamo e non mettiamo in pratica la verità. 7 Ma se camminiamo nella luce, com’egli è nella luce, abbiamo comunione l’uno con l’altro, e il sangue di Gesù, suo Figlio, ci purifica da ogni peccato.
8 Se diciamo di essere senza peccato, inganniamo noi stessi, e la verità non è in noi. 9 Se confessiamo i nostri peccati, egli è fedele e giusto da perdonarci i peccati e purificarci da ogni iniquità. 10 Se diciamo di non aver peccato, lo facciamo bugiardo, e la sua parola non è in noi.

Signore mio fa’ ciò che trovi giusto perchè in famiglia torni la pace e la fede,perchè vedo che ciò che facciamo noi uno con l’altro per il bene viene travisato a priori dal partner;quindi aiutaci a ritrovarci e facci crescere come cristiani nei pensieri,nelle parole e nelle opere per ritornare alla giusta via che ci porterà a te Dio mio.Grazie di tutto

-Tuo Roberto-

Domenica 8 Novembre 1992

Culto Domenicale (Forlì) con messaggio di Jim Haglund su “Il Paradiso in cielo”

 Giovanni 14:1-3

Gesù consola gli apostoli: egli ritornerà da loro
2Co 4:17-5:1; Eb 9:24; 10:19-22; Cl 3:1-4; 2:9-10; Gv 16:23-24
1 «Il vostro cuore non sia turbato; abbiate fede in Dio, e abbiate fede anche in me!
2 Nella casa del Padre mio ci sono molte dimore; se no, vi avrei detto forse che io vado a prepararvi un luogo? 3 Quando sarò andato e vi avrò preparato un luogo, tornerò e vi accoglierò presso di me, affinché dove sono io, siate anche voi;

Apocalisse 21:1-4

I nuovi cieli e la nuova terra
(Is 65:17-19; 2P 3:13-14)(Ap 19:7-9; 7:13-17; Ro 8:17-18)
1 Poi vidi un nuovo cielo e una nuova terra, poiché il primo cielo e la prima terra erano scomparsi, e il mare non c’era più. 2 E vidi la santa città, la nuova Gerusalemme, scendere dal cielo da presso Dio, pronta come una sposa adorna per il suo sposo. 3 Udii una gran voce dal trono, che diceva: «Ecco il tabernacolo di Dio con gli uomini! Egli abiterà con loro, essi saranno suoi popoli e Dio stesso sarà con loro e sarà il loro Dio. 4 Egli asciugherà ogni lacrima dai loro occhi e non ci sarà più la morte, né cordoglio, né grido, né dolore, perché le cose di prima sono passate».



Signore facci degni di vedere il nuovo cielo e di camminare con te per l’eternità.Aiutaci perchè siamo ancora peccatori;ma abbiamo fede in te Dio mio

-Tuo Roberto-

Lunedì 9 Novembre 1992

Proverbi 15:25-33

25 Il SIGNORE rovescia la casa dei superbi,
ma rende stabili i confini della vedova.
26 I pensieri malvagi sono in abominio al SIGNORE,
ma le parole benevole sono pure ai suoi occhi.
27 Chi è avido di lucro turba la sua casa,
ma chi odia i regali vivrà.
28 Il cuore del giusto medita la sua risposta,
ma la bocca degli empi sgorga cose malvagie.
29 Il SIGNORE è lontano dagli empi,
ma ascolta la preghiera dei giusti.
30 Uno sguardo luminoso rallegra il cuore;
una buona notizia fortifica le ossa.
31 L’orecchio attento alla riprensione che conduce alla vita,
abiterà tra i saggi.
32 Chi rifiuta l’istruzione disprezza sé stesso,
ma chi dà retta alla riprensione acquista senno.
33 Il timore del SIGNORE è scuola di saggezza;
e l’umiltà precede la gloria.

Signore dammi la tua pace perchè voglio essere degno di testimoniare il tuo nome positivamente agli increduli senza fare sbagli che possono allontanarli da te mio Signore

-Tuo Roberto-

Martedì 10 Novembre 1992

Giacomo 3:1-12

Esortazione a tenere a freno la lingua
(Pr 10:19; 13:3; 18:21; Ro 3:13-14)(Mt 15:18-20; 12:33-37)
1 Fratelli miei, non siate in molti a far da maestri, sapendo che ne subiremo un più severo giudizio, 2 poiché manchiamo tutti in molte cose. Se uno non sbaglia nel parlare è un uomo perfetto, capace di tenere a freno anche tutto il corpo. 3 Se mettiamo il freno in bocca ai cavalli perché ci ubbidiscano, noi possiamo guidare anche tutto il loro corpo. 4 Ecco, anche le navi, benché siano così grandi e siano spinte da venti impetuosi, sono guidate da un piccolo timone, dovunque vuole il timoniere. 5 Così anche la lingua è un piccolo membro, eppure si vanta di grandi cose. Osservate: un piccolo fuoco può incendiare una grande foresta! 6 Anche la lingua è un fuoco, è il mondo dell’iniquità. Posta com’è fra le nostre membra, contamina tutto il corpo e, infiammata dalla geenna, dà fuoco al ciclo della vita. 7 Ogni specie di bestie, uccelli, rettili e animali marini si può domare, ed è stata domata dalla razza umana; 8 ma la lingua, nessun uomo la può domare; è un male continuo, è piena di veleno mortale. 9 Con essa benediciamo il Signore e Padre; e con essa malediciamo gli uomini che sono fatti a somiglianza di Dio. 10 Dalla medesima bocca escono benedizioni e maledizioni. Fratelli miei, non dev’essere così. 11 La sorgente getta forse dalla medesima apertura il dolce e l’amaro? 12 Può forse, fratelli miei, un fico produrre olive, o una vite fichi? Neppure una sorgente salata può dare acqua dolce.

Signore lodandoti dell’opportunità che ci dai di essere salvati a vita eterna tramite il sacrificio di Gesù Cristo, tuo figlio Dio fatto uomo.Aiutaci tramite nuovi lavori maggiormente adeguati a dei credenti a essere più partecipi alla vita della chiesa,per essere con la nostra vita dei veri testimoni di quanto è grande la tua misericordia e la tua parola di vita,per avvicinare nuove persone alla salvezza perpetua.Ti amo mio Dio e non finirò mai di ringraziarti

-Tuo Roberto-

Mercoledì 11 Novembre 1992

2 Giovanni 7-11

 

I falsi dottori
1Gv 4:1-6; 2:18-23
7 Poiché molti seduttori sono usciti per il mondo, i quali non riconoscono pubblicamente che Gesù Cristo è venuto in carne. Quello è il seduttore e l’anticristo. 8 Badate a voi stessi affinché non perdiate il frutto delle opere compiute, ma riceviate piena ricompensa. 9 Chi va oltre e non rimane nella dottrina di Cristo, non ha Dio. Chi rimane nella dottrina, ha il Padre e il Figlio. 10 Se qualcuno viene a voi e non reca questa dottrina, non ricevetelo in casa e non salutatelo. 11 Chi lo saluta, partecipa alle sue opere malvagie.

Signore aiutaci per poter far fronte ai prossimi pagamenti dovuti per le utenze,perchè ciò è giusto come ci hai insegnato tu;così ti prego provvedi perchè i miei debitori facciano fronte a ciò che mi è dovuto perchè così ritorni un po’ di serenità in casa e migliorino i rapporti fra tutti noi famigliari.Grazie ma ti prego Dio mio aiutaci

-Tuo Roberto-

Giovedì 12 Novembre 1992

Galati 6:1-10

La vita nuova in Cristo
1Te 5:14; Ro 12:3, 16; 15:1-2; 14:10-12
1 Fratelli, se uno viene sorpreso in colpa, voi, che siete spirituali, rialzatelo con spirito di mansuetudine. Bada bene a te stesso, che anche tu non sia tentato. 2 Portate i pesi gli uni degli altri e adempirete così la legge di Cristo. 3 Infatti se uno pensa di essere qualcosa pur non essendo nulla, inganna sé stesso. 4 Ciascuno esamini invece l’opera propria; così avrà modo di vantarsi in rapporto a sé stesso e non perché si paragona agli altri. 5 Ciascuno infatti porterà il proprio fardello.

(Os 10:12-13; Ro 2:3-11; 8:13)(Lu 6:30-36; 2Co 9:6, ecc.; Eb 6:10-12)
6 Chi viene istruito nella parola faccia parte di tutti i suoi beni a chi lo istruisce.
7 Non vi ingannate; non ci si può beffare di Dio; perché quello che l’uomo avrà seminato, quello pure mieterà. 8 Perché chi semina per la sua carne, mieterà corruzione dalla carne; ma chi semina per lo Spirito mieterà dallo Spirito vita eterna. 9 Non ci scoraggiamo di fare il bene; perché, se non ci stanchiamo, mieteremo a suo tempo. 10 Così dunque, finché ne abbiamo l’opportunità, facciamo del bene a tutti; ma specialmente ai fratelli in fede.

Signore tu sai bene perchè sono così triste e infelice,ti prego Dio mio risolvi questa situazione una volta per tutte ,perchè non posso più sopportare questa lontananza da Tina che è troppo alienante e stressante,ti prego aiutami al più presto,ti supplico umilmente come l’ultimo credente di questa terra

-Tuo Roberto-

Venerdì 13 Novembre 1992

Deuteronomio 27:15-26

15 «Maledetto l’uomo che fa un’immagine scolpita o di metallo fuso, cosa abominevole per il SIGNORE, opera di un artigiano, e la pone in luogo occulto!» – E tutto il popolo risponderà e dirà: «Amen».
16 «Maledetto chi disprezza suo padre o sua madre!» – E tutto il popolo dirà: «Amen».
17 «Maledetto chi sposta le pietre di confine del suo prossimo!» – E tutto il popolo dirà: «Amen».
18 «Maledetto chi fa smarrire al cieco il suo cammino!» – E tutto il popolo dirà: «Amen».
19 «Maledetto chi calpesta il diritto dello straniero, dell’orfano e della vedova!» – E tutto il popolo dirà: «Amen».
20 «Maledetto chi si corica con la moglie di suo padre, perché ha sollevato il lembo della coperta di suo padre!» – E tutto il popolo dirà: «Amen».
21 «Maledetto chi si accoppia con qualsiasi bestia!» – E tutto il popolo dirà: «Amen».
22 «Maledetto chi si corica con la propria sorella, figlia di suo padre o figlia di sua madre!» – E tutto il popolo dirà: «Amen».
23 «Maledetto chi si corica con sua suocera!» – E tutto il popolo dirà: «Amen».
24 «Maledetto chi uccide il suo prossimo di nascosto!» – E tutto il popolo dirà: «Amen».
25 «Maledetto chi prende un regalo per condannare a morte un innocente!» – E tutto il popolo dirà: «Amen».
26 «Maledetto chi non si attiene alle parole di questa legge, per metterle in pratica!» – E tutto il popolo dirà: «Amen».

Signore dacci saggezza,fede,giustizia e pace,facci amare di più gli uni con gli altri perchè vogliamo servirti al meglio Dio mio

-Da Roberto in comunione con chiunque crede assolutamente in te-

Sabato 14 Novembre 1992

  Studio Biblico (Forlì) condotto da Jim Haglund

1 Giovanni 2:1-2

1 Figlioli miei, vi scrivo queste cose perché non pecchiate; e se qualcuno ha peccato, noi abbiamo un avvocato presso il Padre: Gesù Cristo, il giusto. 2 Egli è il sacrificio propiziatorio per i nostri peccati, e non soltanto per i nostri, ma anche per quelli di tutto il mondo.

Romani 5:19-21

19 Infatti, come per la disubbidienza di un solo uomo i molti sono stati resi peccatori, così anche per l’ubbidienza di uno solo, i molti saranno costituiti giusti. 20 La legge poi è intervenuta a moltiplicare la trasgressione; ma dove il peccato è abbondato, la grazia è sovrabbondata, 21 affinché, come il peccato regnò mediante la morte, così pure la grazia regni mediante la giustizia a vita eterna, per mezzo di Gesù Cristo, nostro Signore.

Signore ti ringrazio dell’opportunità che ci dai di essere salvati per fede e quindi facci diventare degni di questo dono della salvezza non facendoci cadere nelle tentazioni terrene,guidandoci nella via stretta giusta per i credenti

-Tuo Roberto-

Domenica 15 Novembre 1992

Culto Domenicale (Forlì) 1°messaggio di Michael Steedman sulle “Beatitudini”

Matteo 5:3-5

3 «Beati i poveri in spirito, perché di loro è il regno dei cieli.
4 Beati quelli che sono afflitti, perché saranno consolati.
5 Beati i mansueti, perché erediteranno la terra.

Chiedo mio Signore di insegnarci ad amare e a spezzare il nostro Io,il nostro orgoglio,la nostra ostinatezza;che l’amore di Cristo versato nei nostri cuori per lo Spirito Santo possa essere attivo giorno dopo giorno,ora dopo ora,momento dopo momento. Ti chiedo di insegnarci ad amare i nostri nemici,chi ci critica non a parole ma nei fatti.Voglio Amare,voglio Gesù,voglio te Dio perchè sei Amore.Ti prego ascoltami

-Tuo Roberto-

Lunedì 16 Novembre 1992


2 Corinzi 2:14-17

 

Vittoria in Cristo
Ro 15:17-19 (1Co 1:17-24; 2Co 4:1-7)
14 Ma grazie siano rese a Dio che sempre ci fa trionfare in Cristo e che per mezzo nostro spande dappertutto il profumo della sua conoscenza. 15 Noi siamo infatti davanti a Dio il profumo di Cristo fra quelli che sono sulla via della salvezza e fra quelli che sono sulla via della perdizione; 16 per questi, un odore di morte, che conduce a morte; per quelli, un odore di vita, che conduce a vita. E chi è sufficiente a queste cose? 17 Noi non siamo infatti come quei molti che falsificano la parola di Dio; ma parliamo mossi da sincerità, da parte di Dio, in presenza di Dio, in Cristo.

Signore mio vorrei cambiare la mia vita per dedicarla maggiormente a Te e ai fratelli di fede,quindi fa’ che al più presto trovi il giusto lavoro sia per me che per la Tina,oltre che la definitiva residenza per avere finalmente un po’ di pace per una migliore crescita spirituale in te Dio mio

-Tuo Roberto-

Martedì 17 Novembre 1992

 

Romani 1:16-17

 

Giustizia attraverso la fede, tema della lettera
Mr 16:15-16; 1Co 1:18-24; Ro 3:21-25
16 Infatti non mi vergogno del vangelo; perché esso è potenza di Dio per la salvezza di chiunque crede; del Giudeo prima e poi del Greco; 17 poiché in esso la giustizia di Dio è rivelata da fede a fede, com’è scritto: «Il giusto per fede vivrà».

Dio cambia questa situazione perchè questa mancanza di dialogo e di comunicativa con Tina mi sta stressando come tu ben sai,aiutami e aiutaci a ritrovare l’armonia e il feeling perduto tramite la tua parola e una migliore e reciproca comprensione,ti prego fa’ presto

-Tuo Roberto-

Mercoledì 18 Novembre 1992

Matteo 5:33-37

 

Istruzioni sul giuramento
Mt 12:36; 23:16-22; Gm 5:12
33 «Avete anche udito che fu detto agli antichi: “Non giurare il falso; dà al Signore quello che gli hai promesso con giuramento“. 34 Ma io vi dico: non giurate affatto, né per il cielo, perché è il trono di Dio; 35 né per la terra, perché è lo sgabello dei suoi piedi; né per Gerusalemme, perché è la città del gran Re. 36 Non giurare neppure per il tuo capo, poiché tu non puoi far diventare un solo capello bianco o nero. 37 Ma il vostro parlare sia: “Sì, sì; no, no”; poiché il di più viene dal maligno.

Signore ti ringrazio per tutto quello che stai facendo per noi,perchè tu solo sai ciò che è giusto per noi,quindi facci crescere cristianamente giorno per giorno dandoci l’opportunità di fare le giuste scelte sia pratiche che morali,perchè in futuro possiamo essere tuoi fedeli servitori e soldati.Grazie Dio mio

-Tuo Roberto-

Giovedì 19 Novembre 1992

Salmo 32

La felicità del peccatore perdonato
2S 12:13 (Sl 6; 51; 130) Ro 4:6-8; Is 55:6-9
1 Di Davide. Cantico.
Beato l’uomo a cui la trasgressione è perdonata,
e il cui peccato è coperto!
2 Beato l’uomo a cui il SIGNORE non imputa l’iniquità
e nel cui spirito non c’è inganno!
3 Finché ho taciuto, le mie ossa si consumavano,
tra i lamenti che facevo tutto il giorno.
4 Poiché giorno e notte la tua mano si appesantiva su di me,
il mio vigore inaridiva come per arsura d’estate. [Pausa]
5 Davanti a te ho ammesso il mio peccato,
non ho taciuto la mia iniquità.
Ho detto: «Confesserò le mie trasgressioni al SIGNORE»,
e tu hai perdonato l’iniquità del mio peccato. [Pausa]
6 Perciò ogni uomo pio t’invochi mentre puoi essere trovato;
e qualora straripino le grandi acque,
esse, per certo, non giungeranno fino a lui.
7 Tu sei il mio rifugio, tu mi proteggerai nelle avversità,
tu mi circonderai di canti di liberazione. [Pausa]
8 Io ti istruirò e ti insegnerò la via per la quale devi camminare;
io ti consiglierò e avrò gli occhi su di te.
9 Non siate come il cavallo e come il mulo che non hanno intelletto,
la cui bocca bisogna frenare con morso e con briglia,
altrimenti non ti si avvicinano!
10 Molti dolori subirà l’empio;
ma chi confida nel SIGNORE sarà circondato dalla sua grazia.
11 Rallegratevi nel SIGNORE ed esultate, o giusti!
Gioite, voi tutti che siete retti di cuore!
 

Signore mio vorrei pregare per tutte le persone che sono in difficoltà e che hanno bisogno del tuo aiuto,che sono vicine a te ma non hanno ancora accettato te mio Signore,perchè aiutandoli possa colpirli al cuore con la tua parola di vita per salvarli per l’eternità (tra questi anche i miei famigliari sia carnali che acquisiti)tramite la fede in Te Dio mio,Grazie

-Tuo Roberto-

Venerdì 20 Novembre 1992

Efesini 6:10-20

 

L’armatura del cristiano
1P 5:8-9; (Ro 13:12; 1Te 5:8) Cl 4:2-4
10 Del resto, fortificatevi nel Signore e nella forza della sua potenza. 11 Rivestitevi della completa armatura di Dio, affinché possiate star saldi contro le insidie del diavolo; 12 il nostro combattimento infatti non è contro sangue e carne, ma contro i principati, contro le potenze, contro i dominatori di questo mondo di tenebre, contro le forze spirituali della malvagità, che sono nei luoghi celesti. 13 Perciò prendete la completa armatura di Dio, affinché possiate resistere nel giorno malvagio, e restare in piedi dopo aver compiuto tutto il vostro dovere. 14 State dunque saldi: prendete la verità per cintura dei vostri fianchi; rivestitevi della corazza della giustizia; 15 mettete come calzature ai vostri piedi lo zelo dato dal vangelo della pace; 16 prendete oltre a tutto ciò lo scudo della fede, con il quale potrete spegnere tutti i dardi infocati del maligno. 17 Prendete anche l’elmo della salvezza e la spada dello Spirito, che è la parola di Dio; 18 pregate in ogni tempo, per mezzo dello Spirito, con ogni preghiera e supplica; vegliate a questo scopo con ogni perseveranza. Pregate per tutti i santi, 19 e anche per me, affinché mi sia dato di parlare apertamente per far conoscere con franchezza il mistero del vangelo, 20 per il quale sono ambasciatore in catene, perché lo annunzi francamente, come conviene che ne parli.

Signore aiutami a trovare il lavoro e anche un hobby ideale per trovare il giusto equilibrio psicologico per superare questa lontananza di Tina nel migliore dei modi e per facilitare un suo riavvicinamento,ti prego a proposito aiutala nel modo che tu solo sai,ma aiutala in tutto sia dal lato morale che fisico;perchè l’amo troppo per vederla nel modo odierno.Ti ringrazio in anticipo di tutto Dio mio

-Tuo Roberto-

Sabato 21 Novembre 1992

Studio Biblico (Forlì) condotto da Jim Haglund su

1 Giovanni 2:3-6

 

L’amore fraterno e la separazione dal mondo
Mt 7:21-23; Gv 14:21-24
3 Da questo sappiamo che l’abbiamo conosciuto: se osserviamo i suoi comandamenti. 4 Chi dice: «Io l’ho conosciuto», e non osserva i suoi comandamenti, è bugiardo e la verità non è in lui; 5 ma chi osserva la sua parola, in lui l’amore di Dio è veramente completo. Da questo conosciamo che siamo in lui: 6 chi dice di rimanere in lui, deve camminare com’egli camminò.

Signore ti ringrazio perchè mi stai rafforzando nella fede giorno dopo giorno,ma ti prego aiuta anche chi è più vicino a me(tutti compreso) perchè con il tuo aiuto possano imboccare più decisamente la giusta via per non essere più schiavi delle tentazioni ;così facendo mi renderai meno solo nella strada che conduce a te Dio mio per l’eternità, un sentito grazie

-Tuo Roberto-

Domenica 22 Novembre 1992

Culto Domenicale (Forlì)-2° messaggio di Michael Steedman sulle “Beatitudini”

Matteo 5:6

Beati quelli che sono affamati e assetati di giustizia, perché saranno saziati.

Luca 6:21

Beati voi che ora avete fame, perché sarete saziati. Beati voi che ora piangete, perché riderete.

Signore dammi saggezza,serenità,giustizia e poi tanto amore da donare a tutti quelli che ne hanno bisogno,perchè voglio sempre di più fare la tua volontà e ti prego fa’ tornare la mia famiglia una vera famiglia cristiana in tutte le sue peculiarità.Ti amo Dio mio

-Tuo Roberto-

Lunedì 23 Novembre 1992

Atti 15:5-11

5 Ma alcuni della setta dei farisei, che erano diventati credenti, si alzarono dicendo: «Bisogna circonciderli, e comandar loro di osservare la legge di Mosè».
6 Allora gli apostoli e gli anziani si riunirono per esaminare la questione. 7 Ed essendone nata una vivace discussione, Pietro si alzò in piedi e disse:
«Fratelli, voi sapete che dall’inizio Dio scelse tra voi me, affinché dalla mia bocca gli stranieri udissero la Parola del vangelo e credessero. 8 E Dio, che conosce i cuori, rese testimonianza in loro favore, dando lo Spirito Santo a loro, come a noi; 9 e non fece alcuna discriminazione fra noi e loro, purificando i loro cuori mediante la fede. 10 Or dunque perché tentate Dio mettendo sul collo dei discepoli un giogo che né i padri nostri né noi siamo stati in grado di portare? 11 Ma noi crediamo che siamo salvati mediante la grazia del Signore Gesù allo stesso modo di loro».

Signore come tu sai domani c’è un colloquio molto importante per un nuovo lavoro,dato che quello attuale è ormai giunto agli sgoccioli,quindi ti chiedo se è quello adatto che vada tutto bene altrimenti sia fatta la tua volontà,perchè solo tu sai cosa è giusto affidandomi completamente a te Dio mio.Ti ringrazio con fede dal

-Sempre Tuo Roberto-

Martedì 24 Novembre 1992

1 Corinzi 6:9-20

 

Non sapete che gl’ingiusti non erediteranno il regno di Dio?
Esortazione a fuggire la dissolutezza
Ef 5:3-8; Cl 3:5-10; Tt 3:3-7
9 Non v’illudete; né fornicatori, né idolatri, né adùlteri, né effeminati, né sodomiti, 10 né ladri, né avari, né ubriachi, né oltraggiatori, né rapinatori erediteranno il regno di Dio. 11 E tali eravate alcuni di voi; ma siete stati lavati, siete stati santificati, siete stati giustificati nel nome del Signore Gesù Cristo e mediante lo Spirito del nostro Dio.

1Te 4:1-7 (1P 1:14-19; 2Co 5:14-15)
12 Ogni cosa mi è lecita, ma non ogni cosa è utile. Ogni cosa mi è lecita, ma io non mi lascerò dominare da nulla. 13 Le vivande sono per il ventre, e il ventre è per le vivande; ma Dio distruggerà queste e quello. Il corpo però non è per la fornicazione, ma è per il Signore, e il Signore è per il corpo; 14 Dio, come ha risuscitato il Signore, così risusciterà anche noi mediante la sua potenza. 15 Non sapete che i vostri corpi sono membra di Cristo? Prenderò dunque le membra di Cristo per farne membra di una prostituta? No di certo! 16 Non sapete che chi si unisce alla prostituta è un corpo solo con lei? «Poiché», Dio dice, «i due diventeranno una sola carne». 17 Ma chi si unisce al Signore è uno spirito solo con lui. 18 Fuggite la fornicazione. Ogni altro peccato che l’uomo commetta, è fuori del corpo; ma il fornicatore pecca contro il proprio corpo. 19 Non sapete che il vostro corpo è il tempio dello Spirito Santo che è in voi e che avete ricevuto da Dio? Quindi non appartenete a voi stessi. 20 Poiché siete stati comprati a caro prezzo. Glorificate dunque Dio nel vostro corpo.

Signore lo so che sto sbagliando perchè sto quasi sempre pregando per questioni personali,ma sono un fragile essere umano non aiutato dalle circostanze terrene,quindi spero che mi perdonerai ciò come farai per tutti i miei peccati che tu conosci meglio di me sicuramente nella tua onniscienza.Grazie di tutto

-Tuo Roberto-

Mercoledì 25 Novembre 1992

Salmo 1

(Ne 9:5; Ef 5:19; Eb 13:15)
Libro primo, Salmi 1-41
(2S 23:1-2)
Due uomini, due vie, due destini
(Sl 112; 128; Gr 17:7-8; 1Ti 4:8-9)(Pr 14:32; Mt 7:21-27; 13:40-43) Is 42:21; 3:10-11; Gm 1:25
1 Beato l’uomo che non cammina secondo il consiglio degli empi,
che non si ferma nella via dei peccatori;
né si siede in compagnia degli schernitori;
2 ma il cui diletto è nella legge del SIGNORE,
e su quella legge medita giorno e notte.
3 Egli sarà come un albero piantato vicino a ruscelli,
il quale dà il suo frutto nella sua stagione,
e il cui fogliame non appassisce;
e tutto quello che fa, prospererà.
4 Non così gli empi;
anzi son come pula che il vento disperde.
5 Perciò gli empi non reggeranno davanti al giudizio,
né i peccatori nell’assemblea dei giusti.
6 Poiché il SIGNORE conosce la via dei giusti,
ma la via degli empi conduce alla rovina.

Signore mio ti chiedo se al più presto puoi fare in modo che trovi il giusto lavoro e che torni la serenità e la pace duratura in famiglia,perchè vogliamo crescere cristianamente e passare molto più tempo di ora assieme.Ti Lodo per tutto Dio mio

-Tuo Roberto-

Giovedì 26 Novembre 1992

Luca 17:1-6

Il perdono e la fede
=Mt 18:6-9, 21-35 (1Co 8:9-13; 10:32); Mr 11:22-26
1 Gesù disse ai suoi discepoli: «È impossibile che non avvengano scandali, ma guai a colui per colpa del quale avvengono! 2 Sarebbe meglio per lui che una macina da mulino gli fosse messa al collo e fosse gettato nel mare, piuttosto che scandalizzare uno solo di questi piccoli. 3 State attenti a voi stessi! Se tuo fratello pecca, riprendilo; e se si ravvede, perdonalo. 4 Se ha peccato contro di te sette volte al giorno, e sette volte torna da te e ti dice: “Mi pento”, perdonalo».
5 Allora gli apostoli dissero al Signore: «Aumentaci la fede». 6 Il Signore disse: «Se aveste fede quanto un granello di senape, potreste dire a questo sicomoro: “Sràdicati e trapiàntati nel mare”, e vi ubbidirebbe.

Signore tu conosci quanto sia piccolo come credente e quindi come sia vulnerabile alle tentazioni di questo mondo di perdizione.Ti chiedo di darmi l’opportunità per crescere nella fede giorno dopo giorno con la collaborazione di altri credenti e spero della Tina ritrovata dalla tua fedeltà Dio mio.Grazie con umiltà

-Tuo Roberto-

Sabato 28 Novembre 1992

Giovanni 3:1-21

Gesù e Nicodemo: la nuova nascita
(Mt 18:3; Ga 6:15; 2Co 5:17)(Gv 1:12-13; 1P 1:3, 23) Ez 36:25-27
1 C’era tra i farisei un uomo chiamato Nicodemo, uno dei capi dei Giudei. 2 Egli venne di notte da Gesù, e gli disse: «Rabbì, noi sappiamo che tu sei un dottore venuto da Dio; perché nessuno può fare questi miracoli che tu fai, se Dio non è con lui». 3 Gesù gli rispose: «In verità, in verità ti dico che se uno non è nato di nuovo non può vedere il regno di Dio». 4 Nicodemo gli disse: «Come può un uomo nascere quando è già vecchio? Può egli entrare una seconda volta nel grembo di sua madre e nascere?» 5 Gesù rispose: «In verità, in verità ti dico che se uno non è nato d’acqua e di Spirito, non può entrare nel regno di Dio. 6 Quello che è nato dalla carne, è carne; e quello che è nato dallo Spirito, è spirito. 7 Non ti meravigliare se ti ho detto: “Bisogna che nasciate di nuovo”. 8 Il vento soffia dove vuole, e tu ne odi il rumore, ma non sai né da dove viene né dove va; così è di chiunque è nato dallo Spirito». 9 Nicodemo replicò e gli disse: «Come possono avvenire queste cose?» 10 Gesù gli rispose: «Tu sei maestro d’Israele e non sai queste cose? 11 In verità, in verità ti dico che noi parliamo di ciò che sappiamo e testimoniamo di ciò che abbiamo visto; ma voi non ricevete la nostra testimonianza. 12 Se vi ho parlato delle cose terrene e non credete, come crederete se vi parlerò delle cose celesti? 13 Nessuno è salito in cielo, se non colui che è disceso dal cielo: il Figlio dell’uomo [che è nel cielo].

(Nu 21:4-9; Gv 12:32-33) 1Gv 4:9-10 (Gv 6:40; 3:36)
14 «E, come Mosè innalzò il serpente nel deserto, così bisogna che il Figlio dell’uomo sia innalzato, 15 affinché chiunque crede in lui abbia vita eterna. 16 Perché Dio ha tanto amato il mondo, che ha dato il suo unigenito Figlio, affinché chiunque crede in lui non perisca, ma abbia vita eterna. 17 Infatti Dio non ha mandato suo Figlio nel mondo per giudicare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui. 18 Chi crede in lui non è giudicato; chi non crede è già giudicato, perché non ha creduto nel nome dell’unigenito Figlio di Dio. 19 Il giudizio è questo: la luce è venuta nel mondo e gli uomini hanno preferito le tenebre alla luce, perché le loro opere erano malvagie. 20 Perché chiunque fa cose malvagie odia la luce e non viene alla luce, affinché le sue opere non siano scoperte; 21 ma chi mette in pratica la verità viene alla luce, affinché le sue opere siano manifestate, perché sono fatte in Dio».

Signore sto vedendo che in quanto a beni terreni il mondo non sia stato prodigo con il sottoscritto,perchè c’è sempre qualcosa che non mi viene pagato quanto mi sarebbe spettato,ma tant’è che mi concedi un lavoro e una sapienza tale che con l’aggiunta della fede in te mi basta per vincere le mille battaglie di questo mondo in modo spero che ritorni l’amore della Tina nei miei e nei tuoi confronti,grazie di quelli ci darai se saremo giusti da meritarci la salvezza e la vita eterna ai quali aspiriamo come semplici ed indegni credenti.Ti prego Dio mio aiuta tutti quelli che confidano in te sinceramente

-Tuo Roberto-

Domenica 29 Novembre 1992

Culto Domenicale (Forlì) 3° messaggio di Michael Steedman sulle “Beatitudini”

Matteo 5:7

Beati i misericordiosi, perché a loro misericordia sarà fatta.

Efesini 2:4

Ma Dio, che è ricco in misericordia, per il grande amore con cui ci ha amati,

Giacomo 2:13

Perché il giudizio è senza misericordia contro chi non ha usato misericordia. La misericordia invece trionfa sul giudizio.



Ti ha pregato nel nome di tuo figlio Cristo Gesù Barnabè Roberto
 

4/29 Novembre 1992ultima modifica: 2008-03-07T13:55:00+00:00da barnabamadavide
Reposta per primo quest’articolo