16-29 Luglio 1992

Giovedì 16 Luglio 1992

Ogni giorno dopo le notizie buone vengono anche quelle tristi,dopo la contentezza di un nuovo lavoro la delusione per la mancanza di denaro,neanche quelli per potere andare al lavoro e mangiare (con anche la richiesta di 200.000 Lire dal lavoro precedente per un loro errore) cosicchè ho l’opportunità lavorativa ma ho difficoltà a realizzarla;quindi Signore ti chiedo di darmi la forza e la fede in modo che riesca così a superare gli ostacoli che la vita terrena offre nel suo cammino ad ogni passo,per non cadere in crisi che fanno del male a tutti.   Lettura del giorno:

Matteo 6:19-24

 

Un tesoro in cielo
=(Lu 11:34-36; 12:15-34) 1Ti 6:9-10
19 «Non fatevi tesori sulla terra, dove la tignola e la ruggine consumano, e dove i ladri scassinano e rubano; 20 ma fatevi tesori in cielo, dove né tignola né ruggine consumano, e dove i ladri non scassinano né rubano. 21 Perché dov’è il tuo tesoro, lì sarà anche il tuo cuore.
22 La lampada del corpo è l’occhio. Se dunque il tuo occhio è limpido, tutto il tuo corpo sarà illuminato; 23 ma se il tuo occhio è malvagio, tutto il tuo corpo sarà nelle tenebre. Se dunque la luce che è in te è tenebre, quanto grandi saranno le tenebre!
24 Nessuno può servire due padroni; perché o odierà l’uno e amerà l’altro, o avrà riguardo per l’uno e disprezzo per l’altro. Voi non potete servire Dio e Mammona.

Roberto

Sabato 18 Luglio 1992

Nonostante le difficoltà col mondo ho la sicurezza nel futuro datomi dalla Fede in Dio

Salmi 146

Lode a Dio per il suo soccorso
Ed 6:16 (Sl 145; 147) Gr 17:5-8
1 Alleluia.
Anima mia, loda il SIGNORE.
2 Io loderò il SIGNORE finché vivrò,
salmeggerò al mio Dio, finché esisterò.
3 Non confidate nei prìncipi,
né in alcun figlio d’uomo, che non può salvare.
4 Il suo fiato se ne va, ed egli ritorna alla sua terra;
in quel giorno periscono i suoi progetti.
5 Beato colui che ha per aiuto il Dio di Giacobbe
e la cui speranza è nel SIGNORE,
suo Dio,
6 che ha fatto il cielo e la terra,
il mare e tutto ciò ch’è in essi;
che mantiene la fedeltà in eterno,
7 che rende giustizia agli oppressi,
che dà il cibo agli affamati.
Il SIGNORE libera i prigionieri,
8 il SIGNORE apre gli occhi ai ciechi,
il SIGNORE rialza gli oppressi,
il SIGNORE ama i giusti,
9 il SIGNORE protegge i forestieri,
sostenta l’orfano e la vedova,
ma sconvolge la via degli empi.
10 Il SIGNORE regna per sempre;
il tuo Dio, o Sion, regna per ogni età.
Alleluia.

Cosicchè con fiducia attendo l’inizio del nuovo lavoro e di pagare per quanto possibile i giusti debiti 

Roberto

Domenica 19 Luglio 1992

Culto chiesa cristiana evangelica di Forlì con messaggio di Ivan Trianni sulla Consacrazione a Dio

Romani 12:1-2

La consacrazione a Dio
1Co 6:19-20 (1Co 12; Ef 4:1-16; 1P 4:10-11)
1 Vi esorto dunque, fratelli, per la misericordia di Dio, a presentare i vostri corpi in sacrificio vivente, santo, gradito a Dio; questo è il vostro culto spirituale. 2 Non conformatevi a questo mondo, ma siate trasformati mediante il rinnovamento della vostra mente, affinché conosciate per esperienza quale sia la volontà di Dio, la buona, gradita e perfetta volontà

 Seguendo questo insegnamento dobbiamo affidare tutto noi stessi a Dio,per essere degni di Lui non seguendo le direttive del Mondo,ma quelle dettate da Lui,mediante la sua parola trasmessaci dai vangeli,affrancando il nostro corpo come come sacrificio a Lui

Roberto

Martedì 21 luglio 1992

Questo mondo dove la violenza regna,la vita di un credente è molto difficile ma la forza dataci dall’Altissimo ci farà vincere le mille battaglie della vita,seguendo sempre la via stretta di fede,evitando le trappole che ci tiene Satana,principe di questo mondo.La lettura di oggi è:

1Giovanni 4:1-6

Il discernimento degli spiriti
De 13:1-3 (1Gv 2:18-27; 2Gv 7-11)
1 Carissimi, non crediate a ogni spirito, ma provate gli spiriti per sapere se sono da Dio; perché molti falsi profeti sono sorti nel mondo. 2 Da questo conoscete lo Spirito di Dio: ogni spirito, il quale riconosce pubblicamente che Gesù Cristo è venuto nella carne, è da Dio; 3 e ogni spirito che non riconosce pubblicamente Gesù, non è da Dio, ma è lo spirito dell’anticristo. Voi avete sentito che deve venire; e ora è già nel mondo.
4 Voi siete da Dio, figlioli, e li avete vinti, perché colui che è in voi è più grande di colui che è nel mondo. 5 Costoro sono del mondo; perciò parlano come chi è del mondo e il mondo li ascolta. 6 Noi siamo da Dio; chi conosce Dio ascolta noi, chi non è da Dio non ci ascolta. Da questo conosciamo lo spirito della verità e lo spirito dell’errore.

Roberto

Mercoledì 22 Luglio 1992

Domani inizio un nuovo lavoro,quindi ti prego mio Signore di aiutarmi,perchè mi ambienti al più presto e me la cavi al meglio,perchè ho tanto bisogno di lavorare tranquillo e senza stress;dando come cristiano buona testimonianza agli altri (quindi sarai alla guida con me)

1Corinzi 4:9-17

9 Poiché io ritengo che Dio abbia messo in mostra noi, gli apostoli, ultimi fra tutti, come uomini condannati a morte; poiché siamo diventati uno spettacolo al mondo, agli angeli e agli uomini. 10 Noi siamo pazzi a causa di Cristo, ma voi siete sapienti in Cristo; noi siamo deboli, ma voi siete forti; voi siete onorati, ma noi siamo disprezzati. 11 Fino a questo momento, noi abbiamo fame e sete. Siamo nudi, schiaffeggiati e senza fissa dimora, 12 e ci affatichiamo lavorando con le nostre proprie mani; ingiuriati, benediciamo; perseguitati, sopportiamo; diffamati, esortiamo; 13 siamo diventati, e siamo tuttora, come la spazzatura del mondo, come il rifiuto di tutti.
14 Vi scrivo queste cose non per farvi vergognare, ma per ammonirvi come miei cari figli. 15 Poiché anche se aveste diecimila precettori in Cristo, non avete però molti padri; perché sono io che vi ho generati in Cristo Gesù, mediante il vangelo. 16 Vi esorto dunque: siate miei imitatori. 17 Appunto per questo vi ho mandato Timoteo, che è mio caro e fedele figlio nel Signore; egli vi ricorderà come io mi comporto in Cristo Gesù, e come insegno dappertutto, in ogni chiesa.

Roberto

Giovedì 23 Luglio 1992

Signore mio come tu certo sai,la perdita di questo lavoro non mi ha lasciato deluso più di tanto,perchè ho capito data la lontananza e il tipo di lavoro,che questo non era adatto a me,anche per quanto riguarda il reale guadagno;non adeguato viste le spese,fa’ quindi al più presto che trovi un lavoro giusto ( o almeno stagionale) per avere il tempo di tempo di una scelta ragionata:grazie Signore

Isaia 58:6-11

6 Il digiuno che io gradisco non è forse questo:
che si spezzino le catene della malvagità,
che si sciolgano i legami del giogo,
che si lascino liberi gli oppressi
e che si spezzi ogni tipo di giogo?
7 Non è forse questo: che tu divida il tuo pane con chi ha fame,
che tu conduca a casa tua gli infelici privi di riparo,
che quando vedi uno nudo tu lo copra
e che tu non ti nasconda a colui che è carne della tua carne?
8 Allora la tua luce spunterà come l’aurora,
la tua guarigione germoglierà prontamente;
la tua giustizia ti precederà,
la gloria del SIGNORE sarà la tua retroguardia.
9 Allora chiamerai e il SIGNORE ti risponderà;
griderai, ed egli dirà: Eccomi!
Se tu togli di mezzo a te il giogo,
il dito accusatore e il parlare con menzogna;
10 se tu supplisci ai bisogni dell’affamato, e sazi l’afflitto,
la tua luce spunterà nelle tenebre,
e la tua notte oscura sarà come il mezzogiorno;
11 il SIGNORE ti guiderà sempre,
ti sazierà nei luoghi aridi,
darà vigore alle tue ossa;
tu sarai come un giardino ben annaffiato,
come una sorgente la cui acqua non manca mai.
Roberto 

Venerdì 24 Luglio 1992

Signore mio oggi ho parlato di Te e della tua Parola con due credenti dei Testimoni di Geova,fa’ che io sentendo altri fedeli anche di altri credi cristiani sia sempre fede solo e unicamente al tuo credo,come l’hai dettato nella Sacra Bibbia;così spero che mi darai l’opportunità di conoscerti sempre meglio,mettendo in pratica il suo messaggio con una sempre più profonda fede in te Cristo Gesù

Apocalisse 22:10-21

10 Poi mi disse: «Non sigillare le parole della profezia di questo libro, perché il tempo è vicino. 11 Chi è ingiusto continui a praticare l’ingiustizia; chi è impuro continui a essere impuro; e chi è giusto continui a praticare la giustizia, e chi è santo si santifichi ancora».
12 «Ecco, sto per venire e con me avrò la ricompensa da dare a ciascuno secondo le sue opere. 13 Io sono l’alfa e l’omega, il primo e l’ultimo, il principio e la fine. 14 Beati quelli che lavano le loro vesti per aver diritto all’albero della vita e per entrare per le porte della città! 15 Fuori i cani, gli stregoni, i fornicatori, gli omicidi, gli idolatri e chiunque ama e pratica la menzogna. 16 Io, Gesù, ho mandato il mio angelo per attestarvi queste cose in seno alle chiese. Io sono la radice e la discendenza di Davide, la lucente stella del mattino».

(Is 55:1-3; Gv 7:37-39)(Pr 30:5-6; De 4:2) Tt 2:11-14
17 Lo Spirito e la sposa dicono: «Vieni». E chi ode, dica: «Vieni». Chi ha sete, venga; chi vuole, prenda in dono dell’acqua della vita.
18 Io lo dichiaro a chiunque ode le parole della profezia di questo libro: se qualcuno vi aggiunge qualcosa, Dio aggiungerà ai suoi mali i flagelli descritti in questo libro; 19 se qualcuno toglie qualcosa dalle parole del libro di questa profezia, Dio gli toglierà la sua parte dell’albero della vita e della santa città che sono descritti in questo libro.
20 Colui che attesta queste cose, dice: «Sì, vengo presto!»
Amen! Vieni, Signore Gesù!
21 La grazia del Signore Gesù sia con tutti.

Roberto

Domenica 26 Luglio 1992

Culto chiesa cristiana evangelica di Forlì messaggio di Ivan Trianni su

2Pietro 3:11-18

 

(Lu 21:34-36; 1Te 5:1-10; 1P 1:13-16)(Is 65:17; Ap 21:1-5) Ef 4:14-15
11 Poiché dunque tutte queste cose devono dissolversi, quali non dovete essere voi, per santità di condotta e per pietà, 12 mentre attendete e affrettate la venuta del giorno di Dio, in cui i cieli infocati si dissolveranno e gli elementi infiammati si scioglieranno! 13 Ma, secondo la sua promessa, noi aspettiamo nuovi cieli e nuova terra, nei quali abiti la giustizia.
14 Perciò, carissimi, aspettando queste cose, fate in modo di essere trovati da lui immacolati e irreprensibili nella pace; 15 e considerate che la pazienza del nostro Signore è per la vostra salvezza, come anche il nostro caro fratello Paolo vi ha scritto, secondo la sapienza che gli è stata data; 16 e questo egli fa in tutte le sue lettere, in cui tratta di questi argomenti. In esse ci sono alcune cose difficili a capirsi, che gli uomini ignoranti e instabili travisano a loro perdizione come anche le altre Scritture.
17 Voi dunque, carissimi, sapendo già queste cose, state in guardia per non essere trascinati dall’errore degli scellerati e scadere così dalla vostra fermezza; 18 ma crescete nella grazia e nella conoscenza del nostro Signore e Salvatore Gesù Cristo. A lui sia la gloria, ora e in eterno. Amen.

Martedì 28 Luglio 1992

Signore fa’ che i giorni di attesa del lavoro,siano proficui,come crescita spirituale e sia armato di pazienza e saggezza in modo che la scelta sia fruttuosa,sia dal lato economico che dal lato morale e di realizzazione umana

Romani 12:9-21

 

La vita cristiana
1P 3:8-12; 4:7-9; 5:5; Eb 13:1-3, 16
9 L’amore sia senza ipocrisia. Aborrite il male e attenetevi fermamente al bene. 10 Quanto all’amore fraterno, siate pieni di affetto gli uni per gli altri. Quanto all’onore, fate a gara nel rendervelo reciprocamente. 11 Quanto allo zelo, non siate pigri; siate ferventi nello spirito, servite il Signore; 12 siate allegri nella speranza, pazienti nella tribolazione, perseveranti nella preghiera, 13 provvedendo alle necessità dei santi, esercitando con premura l’ospitalità.
14 Benedite quelli che vi perseguitano. Benedite e non maledite. 15 Rallegratevi con quelli che sono allegri; piangete con quelli che piangono. 16 Abbiate tra di voi un medesimo sentimento. Non aspirate alle cose alte, ma lasciatevi attrarre dalle umili. Non vi stimate saggi da voi stessi.

Mt 5:38-48; Pr 25:21-22
17 Non rendete a nessuno male per male. Impegnatevi a fare il bene davanti a tutti gli uomini. 18 Se è possibile, per quanto dipende da voi, vivete in pace con tutti gli uomini. 19 Non fate le vostre vendette, miei cari, ma cedete il posto all’ira di Dio; poiché sta scritto: «A me la vendetta; io darò la retribuzione», dice il Signore. 20 Anzi, «se il tuo nemico ha fame, dagli da mangiare; se ha sete, dagli da bere; poiché, facendo così, tu radunerai dei carboni accesi sul suo capo». 21 Non lasciarti vincere dal male, ma vinci il male con il bene.

Roberto

Mercoledì 29 Luglio 1992

Signore mio non ho ancora avuto risposte positive per quanto riguarda il lavoro;essendo già da troppo tempo disoccupato aumentano i debiti da saldare.Quindi ti prego fa’ che al più presto arrivi una risposta positiva,per potere fare fronte a tutti gli impegni prossimi.Grazie fin da ora perchè so che farai ciò che è giusto

Atti 4:32-37

 

I credenti di Gerusalemme mettono in comune i loro beni
At 2:44-47; 1Gv 3:16-19; Lu 12:33; 2Co 8:13-15; 9:9
32 La moltitudine di quelli che avevano creduto era d’un sol cuore e di un’anima sola; non vi era chi dicesse sua alcuna delle cose che possedeva ma tutto era in comune tra di loro. 33 Gli apostoli, con grande potenza, rendevano testimonianza della risurrezione del Signore Gesù; e grande grazia era sopra tutti loro. 34 Infatti non c’era nessun bisognoso tra di loro; perché tutti quelli che possedevano poderi o case li vendevano, portavano l’importo delle cose vendute, 35 e lo deponevano ai piedi degli apostoli; poi, veniva distribuito a ciascuno, secondo il bisogno.
36 Or Giuseppe, soprannominato dagli apostoli Barnaba (che tradotto vuol dire: Figlio di consolazione), Levita, cipriota di nascita, 37 avendo un campo, lo vendette, e ne consegnò il ricavato deponendolo ai piedi degli apostoli.

Roberto

I Brani Biblici di questo Blog sono tratti da www.parola.net

16-29 Luglio 1992ultima modifica: 2007-12-06T20:25:00+00:00da barnabamadavide
Reposta per primo quest’articolo